Tracolle per chitarra Magrabò

(di Reno Brandoni) – Sono un chitarrista acustico e ho sempre suonato da seduto. Ultimamente, sia per le mie esperienze in duo che per i laboratori che realizzo nelle scuole, ho iniziato a sentire la necessità di questo nuovo accessorio: la tracolla. Avvisato il bisogno, la prima azione che ho eseguito è stata quella di cercare tra i vecchi ricordi. Possedevo una cinghia (un tempo si chiamavano così) nera, con disegnato un sole nascente. L’ho cercata. L’ho trovata e riesumata. Da allora ho iniziato a usarla per le mie performance. Si è sviluppata quasi subito la curiosità di capire come si è evoluto il mercato in questo settore. Mi sono messo alla ricerca dei prodotti di riferimento. Frequentando quasi tutte le fiere di settore in Italia, non potevo non trovarmi spesso vicino allo stand della Magrabò, azienda italiana specializzata proprio in tracolle per chitarra. Ho pensato di chiedere a

cof

loro lumi sull’argomento per capirne un poco di più.

L’occasione è arrivata durante l’SHG Music Show a Milano. Il loro stand era di fronte a quello di Fingerpicking.net. Tra una pausa e l’altra, sono riuscito a scambiare due parole con Francesca e Oddo Boni, rispettivamente titolare e creativo dell’azienda.

Devo dire, sinceramente, che sono stato attratto soprattutto da un video che descriveva i processi di realizzazione di un modello Artist Private Stock, una serie di artistiche tracolle dipinte una ad una a mano da Raffaele Gerardi. Cerco di approfondire la mia conoscenza sul prodotto.

La manifattura Italiana, come è facile e giusto aspettarsi, rendono la tracolla Magrabò un oggetto di alta qualità. Chiedo allora alla titolare, Francesca Boni, se le tracolle sono tutte in pelle, pregandola di illustrarmi la suddivisione dei vari modelli: «Sì, le tracolle sono tutte in pelle» mi spiega Francesca «e la maggior parte sono in concia al vegetale certificata.»

Ma cos’è la concia al vegetale, le domando: «Nella concia vengono utilizzati esclusivamente prodotti naturali, i tannini, che conferiscono alla pelle una particolare unicità.» Poi prosegue: «In pratica, questo trattamento rende la tracolla più morbida, viva e termoformante. A differenza del trattamento industriale, la concia al vegetale ‘regala’ delle texture differenti al pellame, rendendo unica ogni tracolla. Le serie che produciamo sono: la Holes HC Single Cut, che prevede un pezzo unico di pelle; la Holes HS Sewed, che abbina al fondo uno scamosciato rinforzato da una cucitura perimetrale; poi la serie Buttons, che ha i bottoni al posto delle asole, e la Twin Buckle con le fibbie; e infine le Paint, che sono dei pezzi unici dipinti a mano.»

E per i chitarristi acustici che non hanno il pin sulla chitarra?

«Abbiamo pensato anche a questo tipo di chitarre acustiche, realizzando un cintino da applicare al manico della chitarra, che consente l’aggancio della tracolla».

Le tonalità di colore sono veramente tante, ma soprattutto le variazioni che si ottengono con i vari ‘lavaggi’ restituiscono al prodotto tutto il valore della loro qualità. Ora arriva il Natale, penso che sia la migliore occasione per proporre un regalo veramente originale, e soprattutto unico. Basta andare sul sito www.magrabo.com per visionare una carrellata di prodotti di cui, sono certo, non riuscirete più a fare a meno.

Reno Brandoni

...sull'Autore

Related Posts

Lascia il tuo commento