Martin 000-ECHF Bellezza Nera

(di Gabriele Cento) Strumento raro e, di conseguenza, ricercato dai collezionisti, la Bellezza Nera è una Martin 000 in edizione limitata che vanta soli 476 pezzi in tutto il mondo. Come avremo modo di scoprire in questa recensione, non si tratta però di una chitarra da tenere esclusivamente in esposizione, bensì di una ennesima dimostrazione da parte del marchio americano di saper produrre degli strumenti con alta tecnica costruttiva, con un suono leggendario e che, è proprio il caso di dirlo, trasudano bellezza!

Un po’ di storia

Il progetto di costruire uno strumento di questo livello deriva da una insolita collaborazione tra Eric Clapton e il rivoluzionario DJ (sì, avete capito bene… un DJ!) giapponese Hiroshi Fujiwara, che hanno collaborato, tra le altre cose, ad alcuni progetti musicali in ambito club house: le idee visionarie dei due sono state colte per l’occasione da Dick Boak, costruttore e figura chiave alla Martin Guitar. Inizialmente, di questa chitarra sono stati realizzati soltanto otto esemplari, ma quasi immediatamente Clapton e Fujiwara decisero di estendere il progetto, che andò in produzione in edizione limitata. Il suo nome, ‘Bellezza Nera’, venne suggerito dallo stesso Clapton, che ha scelto la lingua italiana per impreziosire ulteriormente uno strumento già così prestigioso.

Estetica

All’apertura della custodia la chitarra si mostra coerente con il suo nome: la finitura è infatti di un nero lucido e profondo. La rosetta ospita degli intarsi in madreperla dalle bellissime geometrie romboidali tipiche di Martin. Anche la tastiera è ricca di dettagli con intarsi di varie forme, dai fiocchi di neve nelle prime posizioni, fino a delle linee assottigliate a partire dal XII tasto. Completa la serie la scritta ‘Bellezza Nera’ magistralmente collocata in fondo alla tastiera. Lo strumento è interamente incorniciato da un primo binding a lisca di pesce collocato direttamente sull’estremità del top (lo stesso si trova sul fondo a dividere i due lati) ed un più classico binding bianco e nero nei bordi, che si estende fino alla lussureggiante paletta, a sua volta ospite di un elaborato intarsio in abalone. Le meccaniche (Schaller) in finitura argentata completano il quadro.

La Bellezza Nera viene consegnata priva di sistema di amplificazione, puramente acustica.

Suono

L’esemplare in prova è la n. 42. Il carattere è decisamente quello di una 000 Martin ascoltabile in centinaia di dischi, ma nel caso della Bellezza Nera il suono diventa piacevolmente complesso, ricco di sfumature lungo tutto lo spettro. È una chitarra reattiva e conserva molto del suo carattere anche nelle dinamiche più basse. Facendo un confronto tra fingerstyle e plettro, sembrerebbe più affine ad assecondare quest’ultimo: è infatti particolarmente bella sullo strumming, come anche sui fraseggi. Il manico a ‘V’ agevola alcune posizioni (come i barré parziali). Suonandola nei vari stili, le armoniche sono sempre presenti e pronte a colorare il suono: occorre suonarla quindi con consapevolezza e controllo. Si tratta di uno strumento estremamente leggero e facile da imbracciare.

Conclusioni

Una chitarra non per tutti, sia per il suo prezzo (ammesso che riusciate a trovarne una, il suo valore potrebbe aggirarsi intorno ai 7000 euro), sia per le sue caratteristiche sonore. Lo strumento viene consegnato in un case rigido dedicato, completamente nero con tanto di hardware anodizzati. Come tutte le fuoriclasse, la Bellezza Nera include delle piacevoli sorprese: un’elegante etichetta con le firme (autentiche) di Eric Clapton, Hiroshi Fujiwara, Dick Boak e del presidente C.F. Martin IV. Se questo strumento vi ha lasciato a bocca aperta, sappiate che Martin ha realizzato anche una gemella chiamata ‘Bellezza Bianca’… Ma questa è un’altra storia!

Curiosità

La chitarra si può riconoscere nella copertina di Me and Mr Johnson di Eric Clapton, ed è utilizzata dallo stesso nel DVD dedicato al progetto. John Mayer l’ha scelta, a Tokyo, per le versioni acustiche dei brani “Who Says” e “Half of My Heart”. Dick Boak l’ha inclusa nel suo libro Martin Guitar Masterpieces.

Gabriele Cento

Scheda tecnica

Martin 000-ECHF Bellezza Nera

Shape: 000

Scala: 24.9”

Larghezza al capotasto: 44,5 mm

Top: abete italiano

Fondo e fasce: palissandro indiano

Manico: mogano, V shape

Tastiera: ebano

Ponte e pin: ebano

Capotasto e ponticello: osso

Meccaniche: Schaller

Si ringrazia il dott. Ugo Pollice per aver messo a disposizione l’esemplare in prova.

...sull'Autore

Related Posts

Lascia il tuo commento