Voicing ‘aperti’

Nell’era pre-Internet, uno degli appuntamenti da me preferiti era lo Speciale Chitarre che usciva ogni estate a luglio-agosto. Ogni volta un numero stracarico di interessanti articoli e trascrizioni sempre molto appetitose. Tra tutti quelli in mio possesso, il mio preferito – in assoluto un capolavoro per affinità di gusti e professionalità nei contenuti – è lo Speciale dell’estate 1988. Tra gli articoli di quel numero ce n’è uno, a pagina 32, intitolato “Tutti gli accordi in Sol aperto” e scritto niente-popò-di-meno-che da Reno Brandoni! In questo articolo, Reno mostra le posizioni di molti accordi nell’accordatura di Sol aperto, coadiuvato in questo (e, dopo anni di trasferelli, lo dice espressamente senza velarne la soddisfazione) dall’uso del computer… Da allora la tecnologia ha fatto passi da gigante e, in particolare, oggi i tempi sono ormai maturi per scrivere programmi usufruibili tramite Internet senza l’obbligo di essere distribuiti e installati nel proprio computer.

La chitarra acustica è di per sé uno strumento che esalta il suono delle corde a vuoto, particolarità questa che diventa ovviamente e obbligatoriamente necessario sfruttare negli arrangiamenti per chitarra acustica. Una mia necessità (e credo non solo mia) è individuare dei voicing che portino a suoni non scontati e contemporaneamente in armonia con il brano su cui sto lavorando. Studiando e/o praticando si riescono a interiorizzare alcune posizioni, ma ogni cambio di accordatura ci porta in un nuovo e sconosciuto mondo in cui tutto è da reinventare. Senza contare che il nostro personale studio potrebbe essere incompleto e forse ci preclude a priori un mucchio di sonorità interessanti.

Ho così pensato di realizzare un programmino che illustri, per tutte le accordature, le posizioni ‘aperte’ degli accordi, cioè quelle che ne sfruttano le sonorità delle corde a vuoto. E questo per tutte le accordature, dalla standard alla meno utilizzata, a quella che tu e solo tu utilizzi.

Il programmino non va dunque alla ricerca dell’accordo ‘x’ nell’accordatura prescelta, ma presenta dei voicing che cercano di sfruttare la potenza delle corde a vuoto per incoraggiare ed aiutare a scoprire posizioni con sonorità interessanti. Per far questo lavora sui seguenti parametri:
1. La famiglia di appartenenza dell’accordo (maggiore, minore, settima, minore settima, diminuita e semidiminuita).
2. La ‘forma’ dell’accordo, per indicare quali corde a vuoto utilizzare.
3. L’accordatura desiderata.

Praticamente, scelta la famiglia, l’accordatura e una o più ‘forme’, ne calcola e visualizza i classici diagrammi degli accordi per chitarra. L’accordatura può essere selezionata da un elenco precablato oppure personalizzata corda per corda. Di ogni accordo, oltre alla posizione sulla tastiera, sono visualizzati i gradi che lo compongono, nell’ordine dalla corda più bassa a quella più alta. La tonica dell’accordo (indicata con T), per intenderci quella che dà il nome all’accordo, è assunta essere la nota più bassa. Chi mastica un po’ di queste cose può trovare giovamento nel conoscere i singoli gradi che compongono l’accordo, mentre chi vuole astenersi dalla teoria può godersi i suoni in piena libertà, magari con l’indubbio vantaggio nel conoscere che quel suono rientra tra gli accordi maggiori, oppure minori, ecc. Ho ritenuto opportuno non indicare il nome dell’accordo. Infatti, trattandosi in molti casi di accordi incompleti, si sarebbero ottenute sigle complicate da leggere e senza alcun ulteriore benefit musicale. Il tutto con una interfaccia utente che, nei miei intenti, dovrebbe essere completamente intuitiva e scevra da ulteriori spiegazioni.

Cosa c’è da aggiungere? L’elenco precablato delle accordature, oltre alla possibilità di essere ampliato, ne contiene alcune con nomi provvisori, in attesa di essere definiti con la vostra collaborazione. Ben vengano indicazioni in questo senso. Sarò felice di apportare modifiche o semplicemente rispondere ad eventuali vostri dubbi.

Per usufruire del programma, cliccare sul link sotto:
Open Voicings

Buon divertimento!

...sull'Autore
Redazione

Related Posts

  1. p060477 Reply

    ci sono arrivato da me..che sciocco..!!..T e’ la Tonica..

  2. p060477 Reply

    ottimo!
    ..una curiosita’..ma T usato per la nota fondamentale..da cosa deriva..?
    perdona la mia ignoranza!!

  3. Stefano Reply

    Grande!!!!

  4. Roberto De Luca Reply

    Senza parole…

  5. sammy Reply

    Bravo compare, gran bel lavoro!

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.