Triolian “wood & steel body”Triolian “wood & steel body”

[Media=114]

TRIOLIAN WOOD BODY

HEADSTOCK: SLOTTED
LOGO: DECAL
FRETBOARD: ROSEWOOD WITH IVOROID BINDING
RESONATOR: 9,5” HAND SPUN
BRIDGE: MAPLE BISCUIT
NECK: HARD ROCK MAPLE
BODY: MAPLE
WIDTH AT NUT: 1,825”
FINISH: HAND PAINTED WALNUT-BURST

TRIOLIAN STEEL BODY

HEADSTOCK: SLOTTED
LOGO: DECAL
FRETBOARD: ROSEWOOD WITH IVOROID BINDING
RESONATOR: 9,5” HAND SPUN
BRIDGE: MAPLE BISCUIT
NECK: HARD ROCK MAPLE
BODY: STEEL
WIDTH AT NUT: 1,825”
FINISH: HAND PAINTED WALNUT-BURST
[Media=114]

TRIOLIAN WOOD BODY

HEADSTOCK: SLOTTED
LOGO: DECAL
FRETBOARD: ROSEWOOD WITH IVOROID BINDING
RESONATOR: 9,5” HAND SPUN
BRIDGE: MAPLE BISCUIT
NECK: HARD ROCK MAPLE
BODY: MAPLE
WIDTH AT NUT: 1,825”
FINISH: HAND PAINTED WALNUT-BURST

TRIOLIAN STEEL BODY

HEADSTOCK: SLOTTED
LOGO: DECAL
FRETBOARD: ROSEWOOD WITH IVOROID BINDING
RESONATOR: 9,5” HAND SPUN
BRIDGE: MAPLE BISCUIT
NECK: HARD ROCK MAPLE
BODY: STEEL
WIDTH AT NUT: 1,825”
FINISH: HAND PAINTED WALNUT-BURST

...sull'Autore

Related Posts

  1. Riccardo Reply

    Ottima iniziativa, quella di fare demo di strumenti musicali. Grazie mille. Caro Daniele, ottima iniziativa anche quella di condividere le trascrizioni. Ricordo infatti di avere da poco lasciato alle spalle un periodo durato circa dieci anni in cui avevo le idee ben poco chiare sia su quale strumento acquistare, sia su che percorso didattico seguire. Sono stato “perso” per circa un decennio ed ora che ho trovato il mio strumento e la musica che voglio fare, mi sembra di aver trovato un tesoro nascosto e ne sono quasi abbagliato. Riguardo allo strumento da comprare il mio suggerimento è quello di non aver paura di spendere due o tremila euro per uno strumento che sarà per la vita. Se non si hanno le idee chiare qualche centinaio di euro può bastare, almeno per iniziare a chiarirsele. Rimpiangerò sempre tutti i soldi che ho buttato. A quest’ora, oltre alla mia Maton 808 TE, possederei una Fender signature ed una Gibson Jumbo. Riguardo alle trascrizioni, mettere troppo carne al fuoco può essere controproducente anche se è sempre bene averne la libreria piena. Sono proprio curioso di vedere quanti chitarristi sono in grado di suonare almeno Mombasa come il buon vecchio Tommy comanda. Ce ne facciamo poco di mille trascrizioni se non sappiamo suonare BENE e soprattutto A TEMPO almeno una cover. Meditate gente… Ciao Daniele e ciao Futre… E grazie, come sempre a Reno e non per ultimo Max che si è offerto come presentatore di questi meravigliosi strumenti. Bellissimo demo anche di look chitarristico 😉

  2. futre Reply

    grazie
    grazie
    grazie

    🙂

  3. Daniele Bazzani Reply

    Grande Max, che feeling.

    Se aggiungessi anche una bella tablatura di quello che suoni con il secondo strumento riceveresti una spropositata quantità di “grazie”!

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.