Tom’sline Excitant Loop Recording

Predico bene, ma poi razzolo male, lo so. Continuo a ripetere che tutto ciò che parte da presupposti, esigenze o esperienze strettamente personali deve andare nella sezione Blog della rivista, sgrido i collaboratori e poi… ci ricasco periodicamente anch’io: «Vabbe’, lo ammetto che mi son sbagliato e accetto il crucifige e così sia» (Francesco Guccini, “L’avvelenata”).

Con l’idea di inserire un looper in pedaliera, sono partito al solito lancia in resta a documentarmi su tutto quello che offre il mercato attualmente: molto, offre molto, ho scoperto. Pure troppo. Soprattutto, non avendo bene le idee chiare di come, quanto e in che contesto utilizzarlo, l’offerta praticamente sterminata mi ha un po’ spiazzato. Anche il range di prezzi è enorme, con un delta impressionante. L’idea di spendere una cifra considerevole per un qualcosa che, magari, non mi avrebbe portato dove volevo e, soprattutto, non sapendo bene dove voler andare a parare, mi ha un po’ spento gli entusiasmi. Per cui ho deciso di cominciare dalla base, dalla cosa più semplice ed economica disponibile sul mercato.

Con qualche ricerca mirata, in breve ho trovato in rete il Tom’sline Excitant Loop Recording, al folle costo di 30 euro più la spedizione. Decisamente abbordabile. Consegna rapida e veloce, come sempre tramite Amazon, e in un paio di giorni il pedalino è tra le mie mani (quasi un ossimoro). Di fabbricazione ovviamente cinese, l’offerta di Tom’sline è molto varia e articolata, con prezzi molto contenuti. In Italia non sono importati al momento. Però sono molto simili agli Joyo, e non è escluso che un legame tra le due aziende possa anche esserci. Però bisogna ammettere che il package è molto curato, solido e ben realizzato, e l’aver trovato dentro la scatola la velcratura adesiva, già tagliata di misura per installare il pedale direttamente sulla pedalboard, mi ha fatto una bella impressione.

Anche lo chassis di alluminio è ben fatto e quasi (quasi, eh) fa mettere da parte l’idea di aver comprato un giocattolino. La sensazione, nel complesso, è positiva. L’unico controllo, il livello di uscita, è protetto da una piccola maniglia di metallo che protegge il potenziometro da botte accidentali. Ingresso e uscita sono mono, posizionati sui due fianchi del pedale. Nella parte superiore è presente l’attacco per il trasformatore a 9 V (non incluso), unico sistema di alimentazione possibile: non è prevista la possibilità di usare batterie. Sul momento la cosa mi ha lasciato un po’ perplesso, ma in effetti a mente fredda ha una sua logica: da una parte aiuta a contenere i costi, dall’altra è difficile immaginare una destinazione differente da una pedalboard già attrezzata con catena d’alimentazione.

Il funzionamento è elementare, semplice e immediato: premendo la prima volta il footswitch si attiva la registrazione, con una seconda pressione la si blocca. Non ci sono limiti agli overdub possibili, fino a 15 minuti totali di musica. Due click ravvicinati con il pedale cancellano la registrazione e svuotano la memoria. Fine delle funzioni disponibili. La registrazione è fedele, pulita e senza rumori di fondo. Il livello di uscita più che adeguato. Da segnalare qualche problema, però, con le percussioni sulla cassa della chitarra acustica: se registrate come primo segmento, spesso mettono in crisi il pedale, che restituisce suoni indecifrabili. Paradossalmente, inserite come overdub, non danno problemi… e questa sinceramente mi piacerebbe capirla.

Nel suo piccolo – perché il pedale è molto piccolo (9,4 x 4,8 x 4,2 cm) e all’inizio bisogna anche prenderci un po’ la mira per centrarlo bene con il piedone – comunque fa il suo sporco lavoro e lo fa bene. Ovviamente ci si può scordare di prepararsi dei preset a casa o di lavorare su reverse e similari. Ma per affacciarsi nel meraviglioso mondo dei loop, a mio parere, è un ottimo veicolo. Uno di quegli oggettini che metti in pedaliera e ogni tanto usi. Con moderazione e con gusto. Con la giusta misura, ha il suo perché. E provare costa veramente poco.

mario.giovannini@chitarra-acustica.net

Scheda tecnica

Tom’sline Excitant Loop Recording

Dimensioni: 9,4 x 4,8 x 4,2 cm

Peso: 200 g

Tempo max registrazione: 15 minuti senza limiti di overdub

(disponibile su Amazon.it e svariati store on line)

...sull'Autore

Related Posts

Lascia il tuo commento