Taylor 214ce-N

(di Marco Alderotti) Se è vero che un ottimo musicista dovrebbe essere in grado di spaziare attraverso molti generi musicali, possedendo sempre gli strumenti giusti per farlo, è altrettanto vero che la GAS è sempre in agguato e che il chitarrista medio è bravissimo a trovare le giustificazioni adeguate alle proprie patologie. È chiaro: chi soffre è di sicuro il conto in banca, tuttavia – e questo lo sappiamo tutti e molto bene – l’acquisto di una nuova chitarra regala gioia, voglia di suonare e il piacere dello strumento desiderato.

Tutto questo per introdurre un nuovo modello Taylor uscito da non moltissimo tempo, ossia la 214Ce-Nylon, chitarra classica cutaway elettrificata, con uno shape del corpo Grand Auditorium, scala di 650 mm, fabbricata nei nuovi stabilimenti in Messico e facente parte della serie 200. Ha top in abete massello, dalle venature molto aperte con finitura lucida, presente solo sulla tavola, fasce e fondo in koa hawaiano laminato dalla finitura satinata, come del resto il manico. Quest’ultimo è realizzato in mogano, mentre tastiera e ponte sono in ebano. La paletta è impiallacciata anteriormente in palissandro, monta sei meccaniche classical chrome con bottoni in pearloid e riporta il marchio Taylor in similmadreperla. La tastiera ospita venti tasti di medie dimensioni, installati e lucidati correttamente e, rarità per una classica, sono presenti i dot in similmadreperla come pure i riferimenti sul bordo. Nut e traversino sono in Tusq bianco, mentre la rosetta attorno alla buca è realizzata con un motivo molto semplice e poco appariscente, alternando fili in nero con una parte centrale in colore bianco. Lo stesso motivo che ritroviamo nel binding sulle giunzioni superiori e posteriori del corpo dello strumento. Come detto precedentemente, la chitarra ha spalla mancante, monta il secondo bottone per la tracolla, è amplificata con il sistema proprietario Taylor Espression System N – studiato espressamente per la versione con corde di nylon – e a corredo viene fornita una custodia semirigida ben costruita e dall’aspetto robusto e professionale.

Partiamo con la prova della chitarra e, già da subito, si apprezzano le dimensioni contenute del manico (al nut misura 47,62 mm), la leggerezza dello strumento e il suo bilanciamento quasi perfetto, sia da seduti che in piedi. Questo grazie ai pesi ben calibrati, dovuti a un attento studio da parte dei progettisti Taylor della migliore distribuzione delle masse in gioco. Fin dalle prime note si rimane colpiti per la semplicità con cui lo strumento si lascia suonare. È chiaro che molti fattori entrano in gioco: tasti, action, manico e sua regolazione. Non c’è che dire… la dinamica dello strumento è molto buona, sia che si usi il plettro o le sole dita, mentre il volume con strumento unplugged è nella norma. Forse avremmo preferito qualcosa in più, ma la chitarra è nuova e quindi i legni acquisteranno sicuramente una propria voce con il tempo, a vantaggio di una migliore proiezione di suono. Le frequenze ci sono tutte, ma forse più orientate sulle medio-alte con le basse un po’ più indietro, principalmente per lo shape del corpo e il koa utilizzato per fasce e fondo. Timbricamente se ne giova un attacco feroce e deciso, perfetto per un uso solistico.

Passiamo alla prova amplificata e, con molta curiosità, sentiamo come funziona questo sistema nato espressamente per chitarre con corde di nylon, caratterizzato solamente da tre minicontrolli rotativi e posizionati come di consueto sulla spalla superiore del corpo, quasi in prossimità del manico. Le tre regolazioni equivalgono al controllo degli alti, dei bassi e del volume generale, e intervengono a equalizzare al meglio il solo piezo posizionato sotto il ponticello. Il suono amplificato conferma, già con i controlli in posizione centrale, le impressioni precedenti; ma chiaramente possiamo colorare leggermente il timbro, così che anche i bassi acquistano più voce e presenza. È vero, il timbro è molto impostato su frequenze medio-alte, ma con adeguate regolazioni otteniamo davvero dei suoni sempre e comunque moderni e professionali.

Certamente lo strumento non nasce per essere usato su un repertorio classico, ma personalmente lo vedrei molto bene in ambito pop, nel cantautorato in generale e per un intenso uso solistico. Strumento consigliato a chi è in cerca di una chitarra con corde di nylon dalle caratteristiche moderne, e per via della sua semplicità di utilizzo. Il prezzo non è dei più bassi, ma giusto per le caratteristiche che offre.

marcoalderotti1966@gmail.com

Lo strumento è stato gentilmente messo a disposizione per la prova da Niccolai Grandi Magazzini della Musica di Vicopisano (Pisa).

Scheda tecnica

Taylor 214ce-N

Tipo: chitarra con corde di nylon

Produttore: www.taylorguitars.com

Costruzione: Messico

Tavola: abete massello

Fasce e fondo: koa hawaiano (laminato)

Manico: mogano

Tastiera e ponte: ebano

Nut e traversino: Tusq bianco

Finitura top: lucida

Finitura fondo e fasce: satinata

Meccaniche: classical chrome con bottoni in pearloid

Prezzo: € 1190 (IVA inclusa)

...sull'Autore

Related Posts

Lascia il tuo commento