Sanden

[Media=121]

“Il materiale migliore è necessario per costruire uno strumento che è piacevole per l’orecchio, gli occhi e il cuore.”

Permettetemi di accompagnarvi in questo breve viaggio nelle terre del nord e di presentarvi un uomo straordinario, che ha fatto dell’amore per la musica e la liuteria una ragione di vita, sapendo fondere con maestria tradizione e innovazione.
Michael sceglie di persona i materiali migliori ogni anno da Germania, Stati Uniti, Inghilterra e India.
Ha imparato questo affascinante mestiere “di bottega” da due grandi maestri: Bozo Padunavac a San Diego nel 1982, dove ha imparato a costruire chitarre steel-string e mandolini, e poi con Georg Bolin tra 1984-1986, dove si è dedicato alle chitarre classiche. Sanden Guitars è un membro della “Guild of American Luthiers” dal 1983. Dal 2010, Sanden Guitars si trova a Göteborg in Svezia.

Il catalogo Sanden prevede due stili principali per i suoi modelli, per tutti i quali sceglie personalmente il legno per poi lavorarlo a mano durante l’intero processo:

• Le chitarre Style 1 abbracciano la tradizione della chitarra acustica: Top in abete Sitka indietro palissandro top e palissandro East-indian per le fasce (scalloped x-bracing); il manico è in mogano. La tastiera è di ebano e il ponte, bridgepins e i binding sono in palissandro East-indian. Tutte le chitarre sono dotati di uno zero fret, per un equilibrio ottimale e una superba intonazione. Lo Style 1 prevede intarsi in abalone sulla tastiera e nella rosetta, il ponte con i pin, finitura lucida su corpo e manico. Le meccaniche sono Schaller cromate con bottoni in ebano. Le chitarre vengono anche con pickup B-Band una custodia Hiscox inclusi nel prezzo.

• Le chitarre Style 2 offrono caratteristiche mozzafiato come la scelta del Koa sulla rosetta e sui binding, ponte a corde passanti, finitura lucida su corpo e manico satinato. Con il ponte pinless e un nuovo sistema di bracing, lo stile 2 chitarre offre un suono contemporaneo, con un attacco molto diretto.

Tutti i modelli sono disponibili con tre sistemi di fretting: tradizionale, Fanned Fret e True Temperament. La particolare paletta con inclinazione maggiore regola ad arte la tensione delle corde. Arriverete sino ad accordature Drop-C senza perdere la perfetta intonazione su tutto la tastiera.
Tutte le chitarre sono dotati di uno zero fret, per un equilibrio ottimale e intonazione. Le meccaniche sono Schaller cromate con bottoni in ebano. Le chitarre vengono anche con pickup B-Band una custodia Hiscox inclusi nel prezzo.

Le chitarre Sanden con il sistema True Temperament vi danno un’intonazione precisa lungo tutta la tastiera. gli accordi risuoneranno in modo più dolce, più potenti e dureranno più a lungo.
Michael Sanden è l’unico masterbuilder che costruisce le sue chitarre con il sistema di fretting True Temperament ora disponibile su tutti i modelli.

Consultate il sito internet di Sanden Guitars per avere un anteprima di tutti i modelli, tra cui ci sono jumbo, small jumbo, chitarre ideali per il fingerstyle, classical style con corde in nylon e persino una mini-acustica!!

Contattatemi per maggiori informazioni sugli strumenti, per programmare una prova personalizzata degli strumenti e per saperne di più su prezzi e tempi di consegna.

A presto!

Marco Mangiacavalli
marco.mangiacavalli@gmail.com
www.sandenguitars.com[Media=121]

...sull'Autore

Related Posts

  1. Carpandrea Reply

    In effetti, ascoltandola così, l’intonazione di questa chitarra è proprio incredibile!

  2. Massimo Varini Reply

    ciao Albert, posso confermarti che questo sistema è incredibile!
    In realtà il mio amico Marco Mangiacavalli (che sta iniziando la sua attività di importatore di strumenti di grande qualità) era rimasto colpito anche dal suono di questo strumento che è notevole.
    Il sistema del True Temperament è veramente un godimento! una volta accordata molto bene la chitarra puoi fare qualsiasi cosa con una sicurezza e stabilità di tuning incredibile!!!
    Ti consiglio di contattare Marco via email per eventualmente provarla!
    ciao

  3. Albert Reply

    Ciao Massimo grazie per la demo: lo sai che sono anni che cercavo uno strumento simile? Quante rotture per il cosiddetto “temperamento”, che sappiamo bene cosa significhi.
    Io per esempio, quando lavoro in La, devo (o voglio…) accordare il si leggermente calante, in modo che il Do# non dia fastidio (di solito è crescente).
    Sono curioso di provarla dal vivo!
    PS: cosa dirà Andreas Werckmeister dall’alto dei cieli? Saremo finalmente accordati col “Clavicembalo ben temperato”? 😉
    Ciao

  4. Massimo Varini Reply

    Bravo Reno! bel montaggio e mix!

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.