Roberto Dalla VecchiaFlatpicking Guitarfingerpicking.net/CarischRoberto Dalla VecchiaFlatpicking Guitarfingerpicking.net/Carisch

La copertina del manuale

Le fondamenta devono essere solide, fatte con buoni materiali e realizzate con tecniche e tempistiche adeguate… No, non è l’introduzione a un manuale di ingegneria edile… ma potrebbe anche esserlo, tanto la casa e la musica si costruiscono entrambe con cuore e fisicità.
Roberto Dalla Vecchia con questo suo primo manuale di tecnica flatpicking ci dà proprio la forte sensazione di come ‘costruire’ delle solide fondamenta, attraverso la nostra chitarra che diventa uno strumento di lavoro quotidiano. La chitarra flatpicking è una chitarra che sostiene, dalla sonorità robusta favorita dall’uso del plettro, rispettosa del senso ritmico e del tempo come un filo a piombo che garantisce linee ben dritte e solide.
E il libro di Roberto è altrettanto ben impostato per portare l’allievo ad impadronirsi progressivamente di tutti gli elementi basilari del flatpicking, dal tipico accompagnamento a bassi alternati ad alcuni arrangiamenti in Carter Style, quella tecnica divulgata da Maybelle Carter della Carter Family, storica folk band americana in auge negli anni ’30. Quel famoso stile proponeva una semplice linea melodica sul registro basso della chitarra riempiendo tutti gli spazi lasciati vuoti dalla melodia con leggeri strums sugli accordi. Insomma due parti ben distinte riunite in un’unica esecuzione.
La parte più voluminosa del metodo di Dalla Vecchia è costituita da dieci sue trascrizioni di fiddle tunes, brani tradizionali di musica popolare irlandese, scozzese o americana nati sul violino e adattati sulla chitarra per primo da Doc Watson, ritenuto il padre del flatpicking.
Il libro conclude il suo programma di fondamentali con una serie di esercizi essenziali per acquisire nel tempo una tecnica sempre più solida e precisa. Armarsi quindi di metronomo e costanza per rinforzare e mantenere robusta quella ‘fisicità’ che è indispensabile al bravo flatpicker.
Un bel libro completo, pieno di esercizi e di musica. Come costruire le proprie fondamenta con sudore ed entusiasmo!


Chitarra Acustica, 5/2012, pp. 7-8

La copertina del manuale

Le fondamenta devono essere solide, fatte con buoni materiali e realizzate con tecniche e tempistiche adeguate… No, non è l’introduzione a un manuale di ingegneria edile… ma potrebbe anche esserlo, tanto la casa e la musica si costruiscono entrambe con cuore e fisicità.
Roberto Dalla Vecchia con questo suo primo manuale di tecnica flatpicking ci dà proprio la forte sensazione di come ‘costruire’ delle solide fondamenta, attraverso la nostra chitarra che diventa uno strumento di lavoro quotidiano. La chitarra flatpicking è una chitarra che sostiene, dalla sonorità robusta favorita dall’uso del plettro, rispettosa del senso ritmico e del tempo come un filo a piombo che garantisce linee ben dritte e solide.
E il libro di Roberto è altrettanto ben impostato per portare l’allievo ad impadronirsi progressivamente di tutti gli elementi basilari del flatpicking, dal tipico accompagnamento a bassi alternati ad alcuni arrangiamenti in Carter Style, quella tecnica divulgata da Maybelle Carter della Carter Family, storica folk band americana in auge negli anni ’30. Quel famoso stile proponeva una semplice linea melodica sul registro basso della chitarra riempiendo tutti gli spazi lasciati vuoti dalla melodia con leggeri strums sugli accordi. Insomma due parti ben distinte riunite in un’unica esecuzione.
La parte più voluminosa del metodo di Dalla Vecchia è costituita da dieci sue trascrizioni di fiddle tunes, brani tradizionali di musica popolare irlandese, scozzese o americana nati sul violino e adattati sulla chitarra per primo da Doc Watson, ritenuto il padre del flatpicking.
Il libro conclude il suo programma di fondamentali con una serie di esercizi essenziali per acquisire nel tempo una tecnica sempre più solida e precisa. Armarsi quindi di metronomo e costanza per rinforzare e mantenere robusta quella ‘fisicità’ che è indispensabile al bravo flatpicker.
Un bel libro completo, pieno di esercizi e di musica. Come costruire le proprie fondamenta con sudore ed entusiasmo!


Chitarra Acustica, 5/2012, pp. 7-8

...sull'Autore

Related Posts

  1. hobo Reply

    Davvero un gran bel manuale. In passato avevo provato a cimentarmi con il flatpicking con scarsi risultati, ma questo libricino e qualche dritta dello stesso Roberto mi hanno messo sulla buona strada… Non è mai troppo tardi diceva una volta un noto maestro della tv che fu.

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.