Riccardo Zappa – Videoblog n. 22

In occasione dell’ uscita dell’audiolibro autobiografico “Zapateria”, ho deciso di produrre questo “Videoblog” con cadenza ora quindicinale. È un’ occasione per filmare i grandi musicisti ospiti di casa mia, ma anche per raccontare i miei viaggi, le prove, gli strumenti, gli incontri, ed anche i fatti importanti, o meno, che capitano attorno alla musica.
Continua l’ approfondimento dei temi legati alle opportunità che si presentano alle nuove generazioni di musicisti. Questa settimana sentiamo il parere di Mario De Luigi, direttore della rivista “Musica e dischi”.
Ciao!

Riccardo Zappa

...sull'Autore

Related Posts

  1. Rino Reply

    … e detto tra le righe… Perché chiudere? … mi sembra che gli argomenti da affrontare siano tantissimi… va beh!! se poi questo impegno implica sacrificare la tua attivita’artistica… non discuto…

    Ciao e a presto…
    Rino

  2. Rino Reply

    Acci… acci e poi ACCI ancora…

    Ma almeno sai darci notizie fresche circa il libro didattico che dovevi pubblicare?? (ovviamente non parlo di Zapateria!!)

  3. Riccardo Zappa Reply

    Zapateria Videoblog, dopo ventidue puntate svolte nell’ arco di nove mesi, conclude un ciclo. È stata un’ esperienza che mi ha coinvolto tantissimo. Sia in termini di lavoro – poiché richiede una dedizione praticamente a tempo pieno – sia per le grandi soddisfazioni che ha portato. Dunque, saluto tutti quanti, riproponendomi, in un futuro non troppo lontano, di proporre qui qualcosa di ancora più interessante. Anzi: già ci sto lavorando!

  4. Giuseppe Reply

    Zapateria… progetto concluso? L’ultimo contributo risale al 21 maggio, qualcosa non va? Sarebbe utile ai tanti che seguono questa rubrica sapere cosa succede.
    Un saluto,

    Giuseppe

  5. Stefano Reply

    Sedotti e abbandonati?
    Ciao Riccardo.
    Che fine ha fatto Zapateria?
    E “Il Senso della Musica”?
    Sarebbero dovuti essere appuntamenti settimanali…
    Ma ora è passato quasi un mese dall’ultima “uscita”. Cosa è successo?
    Io aspetto, ma il tempo passa… troppo tempo!
    Un saluto
    Ciao

  6. Riccardo Zappa Reply

    Grazie, Rino, molto interessante

  7. Rino Reply

    approposito… stavo riguardando uno dei tuoi Zapateria… ora non ricordo quale ma ad un certo punto presenti un phaser di vecchia scuola e ne descrivi a grandi linee il circuito… dato che un po’ di elettronica me ne intendo… ti devo correggere… all’interno di quel circuito c’è una (o più) lampadina accoppiata direttamente (in genere con un corto tubetto nero) ad una FOTOCELLULA sensibile alla luce, il variare della luce data dalla lampadina e proporzionale al segnale di ingresso genera una variazione dei valori della fotocellula che si comporta come un potenziometro… mi fermo qui!!! Ad ogni modo questo sistema era molto in voga ai tempi dell’analogico perché evitava il tipico rumore e la non perfetta linearità dei potenziometri impiegati in pedali di espressione, di volume, regolatori vari, ecc. Al tempo l’elettronica non forniva molto altro di facilmente utilizzabile e di poco costoso! Oggi con il digitale è tutto piu’ semplice anche se a volte il suono ne risente… ad ogni modo… si tratta solo di una informazione in più per chiarire meglio quello che dicevi nel video…

    Grazie Ancora
    Rino

  8. stefano Reply

    ahahah… mi ricorda quando andavi ospite a DiscoRing, la domenica nel primo pomeriggio… bei tempi.

  9. paolo Reply

    è veramente un peccato non riuscire a trovare un rimedio a questo tipo di problema, non tutti i nuovi talenti sono in grado di comporre pezzi pop pronti per le classifiche di oggi, visto che la musica è un sentimento, emozione ed ognuno di noi la esprime in modo diverso allora spazio a chi vuole sperimentare se no avremo sempre più talenti di stagione come diceva il sig. de luigi. grazie maestro come sempre interessante paolo

  10. Andrea Reply

    Incantato dalla rivisitazione del suo pezzo musicale, veramente una grande idea riproporne anche altri, sono sempre così attuali!! Un po’ apocalittica nel suo realismo la risposta di Mario De Luigi d’altronde inutile illudersi, troppo disordine e nessuna regolamentazione!!

  11. Luigi Guitar Pin Reply

    E Vai! Bellissimo.

  12. Riccardo Zappa Reply

    Grazie per quanto leggo, gentile Rino.

  13. Riccardo Zappa Reply

    Porta pazienza, caro Tethybaboo: mi auguro si concretizzino le condizioni per realizzare una Zapateria sempre migliore 😉

  14. Tethybaboo Reply

    Ciao Riccardo.
    Bella puntata anche questa. Ma l’appuntamento “prof” de “il senso della musica” questa volta è saltato?
    Lo aspettavo con ansia… mi mancano i tuoi consigli tecnici, le tue “pillole” di chitarra vissuta, le tue lezioni per principianti come me. Non vale!!! 🙂
    Ciao

  15. Rino Reply

    Brano datato????!!! Ma anche no!! secondo me quanto tu hai prodotto in tutto questo tempo è ancora e sempre assolutamente valido e attuale… Quei vinili ancora li conservo e mio nipote che ascolta la Spears a altra musica attuale… ogni tanto mi chiede di suonarli… non so se si tratta dei tempi… ma credo che la cosa riguradi più l’educazione all’ascolto… e anche se i media spingono altro… forse la famiglia può fare la differenza…

    Rino…

    PS. Per la trasformazione della Silent da 6 a 12… mi faccio due conti (il portafoglio piange!) poi dovremo sentirci in privato

    Ciao e grazie delle info…

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.