Neunaber Inspire Tri-Chorus Plus

(di Dario Fornara) Gli effetti di modulazione non sono i più semplici da inserire nella catena audio di un chitarrista acustico. Per alcuni il classico chorus è considerato un po’ troppo invasivo, e per certi generi musicali condivido l’opinione che sia perfettamente inutile. Oggi più che mai sono molto più utilizzate le modulazioni associate ai riverberi, quali quelle presenti negli algoritmi di alcuni pedali come lo Strymon BigSky e l’Hardwire RV-7, un colore timbrico irrinunciabile per moltissimi chitarristi. Poi ci sono musicisti, come ad esempio Monte Montgomery, che il classico chorus lo utilizzano sfacciatamente per creare sonorità volutamente elettriche e aggressive, rendendo di fatto il suono della chitarra acustica ‘un’altra cosa’! Preso atto di questo, vi presento oggi un effetto a pedale che in materia di modulazioni è un vero specialista e offre molto più di quanto ci si possa aspettare dalle sue modeste dimensioni: l’Inspire Tri-Chorus Plus dalla Neunaber Audio Effects. Neunaber è un’azienda americana che produce effetti a pedale di altissima qualità; ed è sufficiente farsi un giro sul loro sito per rendersi conto come artisti di fama mondiale quali Al DiMeola, John Mayer, Carlos Santana e John Scofield se ne siano accorti da tempo.

Il Neunaber Inspire Tri-Chorus Plus è un effetto a pedale in grado di produrre una grande varietà di effetti di modulazione digitale. I doppi ingressi e uscite possono gestire segnali sia mono che stereo, adattandosi di fatto a qualsiasi tipo di necessità e configurazione a livello di collegamenti. Gli algoritmi presenti sono otto, e sono selezionabili grazie a un selettore rotante centrale, una delle cinque manopoline presenti sul cruscotto della scatoletta.

Il primo algoritmo è il Tri, un algoritmo in grado di simulare il classico effetto chorus ‘triplo’, tipico di un famoso effetto a rack degli anni ’80. Hex è simile al precedente, ma mette a disposizione due effetti in parallelo per un suono ultradenso e modulato. Cascade Tone lavora come l’Hex, ma i due effetti non sono in parallelo, bensì in serie, per un suono più ricco e brillante. Cascade Vibe genera un triplo effetto chorus abbinato ad un triplo vibrato. Harmonic Vibe permette di generare separatamente un effetto tri-chorus sulle basse frequenze e un tri-vibrato sulle alte. Harmonic Detune genera un effetto detune sulle basse frequenze e un tri-vibrato sulle alte. Il +Detune è un effetto detune che si somma a un effetto tri-chorus. Conclude la ricca serie di possibilità il +Echo, un tri-chorus sommabile a un delay con tempo di ritardo impostabile da 50 a 1000 ms.

I vari controlli presenti sul pedale agiscono, a seconda dell’algoritmo selezionato, su differenti parametri. Un silenzioso interruttore abbinato a un grazioso LED blu (che permette, tra l’altro, di monitorare la corretta alimentazione del dispositivo, il quale necessita sempre di un alimentatore esterno, mettendosi a lampeggiare qualora ci fosse un’alimentazione inferiore o superiore a quella consigliata!) consente di mettere in bypass il segnale della nostra chitarra, garantendone la totale integrità durante l’utilizzo.

Ora, passando alla prova pratica del dispositivo, vi dico che la qualità degli effetti è veramente entusiasmante; rumore di fondo e latenza sono praticamente nulli. Se di primo acchito la quantità e la complessità degli algoritmi possono spaventare, è bello constatare quanto l’Inspire Tri-Chorus Plus possa lavorare in modo assolutamente discreto ed elegante, dando la possibilità di ‘modulare’ il suono in maniera tanto ‘pesante’ quanto minimale. È possibile dosare in modo molto graduale la quantità di effetto da sommare al suono naturale dello strumento, preservandone dinamica e trasparenza. Le possibilità timbriche offerte sono davvero tante; in particolare ho apprezzato l’algoritmo +Detune che è in grado di dare una dimensione di straordinaria profondità alla nostra chitarra, senza mai rivelarsi troppo invasivo come fanno altri concorrenti. Un pedale sorprendente, soprattutto per coloro che avranno la possibilità di poterlo utilizzare in modo stereofonico, splittando i due segnali su due diversi amplificatori, piuttosto che su due canali del mixer. Testato prima sulla mia acustica Chatelier, attraverso il mio solito sistema di amplificazione, ho in seguito proseguito il test utilizzando la mia vecchia Gibson ES-175D, con la quale è stato possibile ricreare innumerevoli e infinite sonorità, spaziando da quelle fusion anni ’90 a quelle più pop e attuali. Poi il Neunaber Inspire Tri-Chorus lavora egregiamente bene anche abbinato a overdrive e a distorsori in generale; ma qui entriamo in altri ambiti musicali e stilistici, e non mi sembra il caso.

Il prezzo di questo pedale è piuttosto impegnativo, ma va provato, perché a volte è meglio spendere bene una volta sola, evitando inutili e costose ricerche. Anche gli altri pedali della serie promettono cose interessanti: spero di riuscire a procurarmi un riverbero… così lo proviamo!

Dario Fornara

dariofornara1@alice.it

www.dariofornara.it

Scheda tecnica

Neunaber Inspire Tri-Chorus Plus

Tipo: effetto a pedale chorus / detune

Origine: California, USA

Contatti: Neunaber Audio Effects

https://neunaber.net/

Preset: 8 algoritmi differenti: Tri, Hex, Cascade Tone, Cascade Vibe, Harmonic Vibe, Harmonic Detune, +Detune, +Echo

Controlli: Effect Select, Mix, Depth (Echo Repeats), Rate, Effect Adjust

Alimentazione: esterna 9 V – 12 V (alimentatore non incluso)

Prezzo: € 289 street price

...sull'Autore

Related Posts