Microfono a condensatore USB Samson G-Track

Hi everybody, here we are again trying to describe, with words and sounds, a latest generation condenser microphone, the Samson G-Track, that is a USB as well as a condenser microphone, and has no need for a sound card: it has one inside and does it all for itself.

A pretty good solution for those wishing to explore the world of professional recordings without spending a lot of money, without sacrificing quality and with great ease, because if connected to a small notebook it allows us to record anywhere.

Now let us explore the features.

Features

The G-Track is a large diaphragm condenser microphone (19 mm) that we immediately appreciate because of the weight and strength. Aesthetically beautiful and full of controls, it doesn’t seem to have in our hands a low quality product: the feeling is to be handling a piece of professional equipment.

Unlike condenser microphones, usually fed by phantom 48 V, the G-Track draws its power directly from the USB connection.
The internal sound card can record sounds with a quality of 16 bit and 48K.

On the front it has two mini switches, Inst/Mic Line and Mono/Stereo/CPU, and three small pots that disappear, good for setting up and not get lost accidentally.

On the bottom we have the USB plug and two mini-jack inputs dedicated to an instrument and headphones. In fact we can monitor in real time what we are recording without any delay with the base: a perennial problem we see finally resolved in recent years. There is no input for an XLR balanced jack – we have no choice of connecting to the PC between the USB and the traditional XLR – but we have the possibility to use the microphone and the instrument input, having the foresight to set the recording software creating two separate tracks: this feature is interesting and really appreciated.
Not just that: if the Mono/Stereo/CPU switch is on Stereo, we can use the input jack for a dual channel instrument as a keyboard or a drum machine.

We have to say that we are interested in the acoustic response of the Samson and we won’t record other than our steel and nylon string guitars.
It should also be noted, however, that the possibility of dual source recording can be very useful if we want to record our guitar both with the Samson and the pickup installed on the instrument: this technique is widely used in studio and allows a combination between signals different one from the other and then combined in the mix.

We wrote about the headphones and the zero latency direct monitoring. Pots find their application here: we can adjust the volume of the playback and listen to two sounds that are recorded at the same time (either in mono or stereo) with the pre-recorded track; here comes the full potential of the internal sound card because, as the G-Track does not send the signal of listening to the DAW, the latency is zero.

Machines like this until a few years ago would have been an impossible dream!

We can close this description by saying that a small LED on the front helps us to understand whether the amount of volume that we are recording is excessive, thus saving additional problems.

Let’s say that the inner envelope is rich: we find different types of connectors and adapters functional in order to connect to your PC, or Mac, since the product is suitable for each platform (we don’t know if it also works under Linux); the various adapters will avoid us having to go to the nearest store to buy this or that adapter: Samson has thought of everything, and we appreciate. As excellent is the adapter to fix the microphone to the stand: the G-Track is heavy and must be stable.

How does it sound?

The first considerations we do in these cases regard the type of product, who is addressed to, and the price compared to what it offers: we are talking about home recording and we must not forget that.
The test, as those who follow us know, is made using different instruments, which are often the same and that you might found in other similar tests, played by the same hands trying to cover different guitar styles, to hear the microphone response to different elements.
We used two steel-string, a Larrivée OM-10 and a Martin D-28, plus a nylon string built by luthier Bruno Tozzi in 1982. No sound card, as the G-Track has a built-in one, and Cubase SE as a DAW; even if one of the examples is recorded with the very popular freeware software called Audacity.

Audio files

      Larrivée OM-10

      Martin D-28

      Nylon Bruno Tozzi

      Larrivée OM-10
(with Audacity)

The first impression is excellent: listening to the files you can clearly hear the recording quality of the G-Track, a quality that until recently was unthinkable for a product in this price range and, above all, not powered by 48 V. Because we believe this is the real strength of Samson, to be free from any other device and then work in a minute on any computer, at home or not.
The microphone has the qualities of his condenser colleagues, it’s very defined, crystal clear, versatile, suitable for recording acoustic instruments or voice. We like it when we play delicate or strong arpeggios, as if we play a powerful strumming with a pick. The D-28 comes out quite differently than the other two (not just talking about the timbre, which is obviously different), but it could be related to positioning or equalization of the microphone.
As we usually do, we let you listen to and evaluate the WAV files (not MP3) and we remind you that we didn’t add effects or equalization: then what you hear is just the microphone in front of the guitar (between the soundhole and the 12th fret at a distance of about 20 cm) without cutting any frequencies.
Suggestion is to listen to the audio samples with a good pair of speakers or professional headphones, not with the PC speakers or iPod headset, things that make inaudible most of the details.
To dive into the world of truly homemade recordings we also used Audacity, as previously mentioned, a free software that provide us with multitrack recording: to demonstrate how certain differences between products are substantially reduced compared to the past, the result seems very good. Obviously, the functions are small compared to other programs, but if we said we hear big differences, we’d be lying.

Conclusions

The price supplied to us by the Italian distributor M. Casale Bauer (197,50 euros Vat included) is an official price and it’s already excellent. But we found it new on the Web between 120 and 160 euros! Making it an absolutely top in his field: in that price range it’s difficult to have competitors.
The quality of the recording, combined with the ease of use and the many possibilities we mentioned above, as the connection of an electric guitar or even recording two sounds and listening in real time, make it a perfect weapon for those of you who have ambitions to be a sound engineer-producer-musician, but don’t want or couldn’t buy very expensive products. We are not saying it sounds better than a 1000 euros microphone, it just sounds good especially compared to the price it costs.
The portability of the G-Track, because of the integrated sound card, allows us to record anywhere (even without sockets) having just a small notebook as a studio; this is a feature of similar models that in recent times are really popular among ‘consumer’ users, aware of the fact that – learning to use tools like this – we can have results that a few years ago were unthinkable.

(text and photos by Daniele Bazzani)

Info: www.samsontech.com

Salve a tutti, eccoci pronti a cercare di descrivervi, a parole e con i suoni, un microfono di ultima generazione, il Samson G-Track, che ha la caratteristica di essere USB oltre che a condensatore, e non necessita di scheda audio: ne ha una integrata e fa quindi tutto da solo.

Una soluzione niente male per chi volesse avvicinarsi al mondo delle registrazioni professionali senza spendere una barca di soldi, senza rinunciare alla qualità e in grande scioltezza, visto che – se collegato a un piccolo notebook – ci consente di registrare ovunque.

Andiamo intanto a vederne le caratteristiche.

Caratteristiche

Il G-Track è un microfono a condensatore a diaframma largo (19 mm) che si fa subito apprezzare per il peso e la robustezza. Bello esteticamente e ricco di controlli, non sembra certo di avere fra le mani un prodotto qualsiasi: la sensazione è quella di trovarsi di fronte ad attrezzatura professionale.

A differenza di altri microfoni a condensatore, solitamente alimentati dalla phantom, il G-Track prende l’alimentazione direttamente dal collegamento USB.
La scheda audio interna permette di registrare i suoni con una qualità di 16 bit e 48K.

Sulla parte frontale ha due mini switch, Inst/Mic Line e Mono/Stereo/CPU, e tre piccoli potenziometri a scomparsa, ottimi per settare e non perdere accidentalmente la regolazione del momento.

Sul fondo abbiamo la presa USB e due ingressi mini-jack dedicati a un eventuale strumento e alla cuffia. Possiamo infatti monitorare in tempo reale quanto stiamo registrando senza alcun ritardo rispetto alla base: un problema annoso che negli ultimi anni vediamo finalmente risolto. Non c’è ingresso per un jack XLR bilanciato – la scelta di connessione al PC fra il modo USB e quello tradizionale non si pone – c’è invece la possibilità di utilizzare il microfono e l’ingresso per strumenti, avendo l’accortezza di settare il nostro software di registrazione predisponendo due tracce separate: questa funzione è interessante e si fa davvero apprezzare.
Non solo: se il selettore Mono/Stereo/CPU è su Stereo, possiamo utilizzare l’ingresso jack per strumenti a due canali come una tastiera o una drum machine.

Per correttezza diciamo che a noi interessa la risposta acustica del Samson e non ci lanceremo in registrazioni che non siano quelle delle nostre chitarre acustiche e classiche.
Va anche sottolineato, però, che la doppia possibilità di registrazione può essere molto utile se volessimo riprendere la nostra chitarra sia acusticamente con il Samson, sia dal pickup installato sullo strumento: questa tecnica è molto usata e permette una miscelazione fra segnali piuttosto diversi fra loro e combinabili quindi in fase di missaggio.

Dicevamo delle cuffie e del monitoraggio diretto privo di latenza. Qui entrano in gioco i potenziometri: possiamo regolare il volume dell’ascolto e ascoltare anche due suoni che stiamo registrando allo stesso tempo (sia in mono che in stereo) con la eventuale traccia già registrata; ecco che tutte le potenzialità della scheda audio interna vengono fuori, anche perché – visto che il G-Track non manda il segnale dell’ascolto alla DAW – la latenza è zero.

Macchine come questa fino a pochi anni fa sarebbero state un sogno irraggiungibile!

Possiamo chiudere questa descrizione dicendo che un piccolo LED, posto sempre sulla parte frontale, ci aiuta a capire se la quantità di volume che stiamo mandando a registrare è eccessiva, risparmiandoci quindi problemi ulteriori.

Segnaliamo anche che la dotazione interna è molto ricca: troviamo diversi tipi di connettori e adattatori funzionali allo scopo di connetterci al PC, o al Mac, visto che il prodotto è adatto a ogni piattaforma (non sappiamo se lavori anche in ambiente Linux); i vari adattatori ci eviteranno di dover andare al negozio di strumenti più vicino per procurarci questa o quella riduzione: alla Samson hanno pensato a tutto, e non è poco. Ottimo anche l’adattatore per fissare il microfono a un’asta: il G-Track è pesante e deve essere stabile.

Come suona?

Le prime considerazioni che facciamo in questi casi sono quelle relative al tipo di prodotto, all’utente a cui è rivolto e al prezzo rapportato a ciò che offre: siamo nel campo dell’home recording e non dobbiamo dimenticarlo.
Il test, come sa bene chi ci segue, è eseguito usando diversi strumenti, che spesso sono gli stessi e che trovate in altre prove simili, suonati dalle stesse mani cercando di coprire diversi stili chitarristici, per sentire la risposta del microfono a sollecitazioni diverse.
Le chitarre usate sono due acustiche, una Larrivée OM-10 e una Martin D-28, e una classica artigianale Bruno Tozzi del 1982. Niente scheda audio, visto che il Samson  è autosufficiente, e una versione di Cubase SE come DAW; anche se in occasione di uno degli esempi abbiamo pure provato a registrare con Audacity, software gratuito molto diffuso sul web.

I file audio

      Larrivée OM-10

      Martin D-28

      Nylon Bruno Tozzi

      Larrivée OM-10
(con Audacity)

La prima impressione è ottima: dall’ascolto dei file potrete percepire chiaramente la qualità di registrazione del G-Track, qualità che fino a poco tempo fa era impensabile da un prodotto di questa fascia di prezzo e, soprattutto, non alimentato dalla 48 V. Perché crediamo sia questo il vero punto di forza del Samson, l’essere slegato da ogni altro dispositivo e poter quindi funzionare in un minuto su qualsiasi computer, di casa e non.
Il microfono ha le qualità dei suoi colleghi a condensatore, molto definito, cristallino, versatile, adatto a registrare strumenti acustici o voce senza alcuna difficoltà. Ci piace se arpeggiamo e suoniamo delicati o con decisione, come anche se suoniamo uno strumming potente con il plettro. La D-28 esce in maniera del tutto differente rispetto alle altre due (non parliamo solo del timbro, ovviamente diverso), ma potrebbe essere anche un discorso legato al posizionamento o equalizzazione del microfono.
Come facciamo di solito, vi lasciamo ascoltare e valutare i file WAV (non MP3, attenzione) e vi ricordiamo che non abbiamo aggiunto effetti né equalizzato i suoni: quindi quello che ascoltate è solo microfono davanti alla chitarra (fra la buca e il XII tasto a circa 20 cm di distanza) senza tagli di frequenze.
Il consiglio è quello di ascoltare i sample audio con delle buone casse o una cuffia seria, non dalle casse del PC o con le cuffiette dell’iPod, che rendono quasi inascoltabili la maggior parte dei dettagli.
Per lanciarci a capofitto nel mondo delle registrazioni veramente casalinghe abbiamo utilizzato anche Audacity, come accennato in precedenza, un software gratuito che consente anche la registrazione multitraccia: a dimostrazione di come certe differenze fra prodotti siano sensibilmente ridotte rispetto al passato, il risultato ci sembra ottimo. Ovviamente le funzionalità sono ridotte rispetto ad altri programmi, ma se dovessimo dire che sentiamo veramente delle differenze, staremmo mentendo.

Conclusioni

Il prezzo fornitoci dal distributore italiano (197,50 euro IVA inclusa) è un prezzo ufficiale, già ottimo di suo. Se non fosse che sul Web lo abbiamo trovato fra i 120 e i 160 euro! Che lo rendono un prodotto assolutamente al top nel suo campo: a quella cifra è difficile avere concorrenti.
La qualità della ripresa, unita alla semplicità di utilizzo e alle molte possibilità cui accennavamo sopra, come il poter collegare una chitarra elettrica o registrare anche due fonti sonore e riascoltarsi in tempo reale, ne fanno un’arma perfetta per chi avesse velleità di vestire i panni del fonico-produttore-musicista, ma non volesse o potesse acquistare prodotti molto costosi. Non stiamo dicendo che suona meglio di microfoni da mille euro o più, solo che suona bene soprattutto in rapporto al prezzo.
La portabilità del G-Track che, grazie alla scheda audio integrata, ci consente di registrare dovunque (volendo, senza prese di corrente) anche soltanto con un piccolo notebook come studio, è una caratteristica di modelli simili a questo che negli ultimi tempi stanno davvero spopolando fra gli utenti consumer, consapevoli del fatto che – imparando ad usare strumenti come questo – si possono conseguire risultati fino a pochi anni fa impensabili.

(testo e foto di Daniele Bazzani)

Il marchio Samson è distribuito in Italia da:
M. Casale Bauer, via IV Novembre 6-8, 40057 Granarolo dell’Emilia (BO), Italia, www.casalebauer.com.

...sull'Autore
  1. Manuel Rosini Reply

    Complimenti per la recensione, molto precisa ed esaustiva.

  2. Marco Reply

    ho comprato questo prezioso gioiello, sono alle primissime armi,

    un paio di Domande:

    cosa servono i potenziometri Mic, inst e volume?

    inst, mic, line?

    stereo mono cpu?

    se potete spiegarmeli terra terra, elementare.

    mentre non è in uso devo scollegarlo per spengnere?

    non ho trovato istuzioni italiano nella scatola.

    Grazie un caffè per tutti.

  3. Emanuele Reply

    Ciao Alberto, ho comprato oggi questo microfono sotto consiglio del venditore, ma non sono molto ferrato non avendo istruzioni in italiano, riesco a sentirmi solo quando ho le cuffie collegate, come faccio ad usarlo normalmente ovvero senza cuffie? L’ho collegato allo stereo ma niente.
    Ti prego rispondimi perché non so dove sbattere la testa!

  4. Janosecondino Reply

    Salve a Tutti:
    Complimenti per l’ottima quanto accurata recensione. Molto interessante per la sua compattezza e per Prezzo/qualità. Molto versatile. Il programma in dotazione gira su PC o su MAC? C’è un negozio qui a Napoli dove potrei andare ad acquistarlo?
    A me interessa mixare basi Midi-Mp3 e Wav, alcune fatte da me, con la voce aggiungendo la chitarra

    Saluto tutti Cordialmente

    Janosecondino
    ______________

  5. Alberto Reply

    Ovviamente grazie per la cortese risposta!

  6. Alberto Reply

    il mio obiettivo sarebbe quello di eliminare il fruscio di fondo che c’è nel mio G-Track qualunque cosa registri. Ma forse è un problema della mia scheda audio, non so. Hai mica da consigliarmi un programma (possibilmente free) per eliminare i fruscii?

  7. Alberto Reply

    Ciao Daniele,

    vorrei sapere se secondo te per registrare la voce c’è un settaggio migliore degli altri…
    insomma in che posizione devono stare i potenziometri? io li tengo tutti a metà. Ma non sono pienamente soddisfatto della resa.

    • Daniele Bazzani Reply

      ciao alberto, grazie di aver scritto.
      non sono un tecnico, quindi c’è sicuramente chi può dirti queste cose meglio di me, ma secondo logica il microfono dovrebbe catturare fedelmente ciò che ascolta, quindi l’equalizzazione non dovrebbe entrarci.
      come consiglio che ho avuto c’è sempre quello di non toccare nulla se non in fase di sottrazione di frequenze, se un suono necessita di qualcosa sarà difficile che lo abbia aggiungendo bassi o alti, si parla di altro.
      sperimenta con le posizioni e migliora la tua emissione vocale, una voce ripresa male non si migliora con le frequenze.

  8. Luca91 Reply

    Ciao,
    ho notato dopo varie prove che il samson non riesce a sostenere bene gli acuti e le note alte, appena si va un pò su con la voce gratta parecchio… Anche voi avete riscontrato questo problema? In più su programmi come Nuendo c’è un notevole riscontro di latenza…

    • Daniele Bazzani Reply

      ciao Luca, io ho testato il mic con la chitarra e non ho avuto problemi, sicuro di non aver fatto saturare l’ingresso? per la latenza non so che dirti, non mi sembrava ma ho solo registrato, la scheda audio è la sua interna e potresti avere problemi di quel tipo.

  9. Chiara Reply

    Grazie mille per la celere risposta! Dopo aver cercato tanto, mi sono resa in effetti conto di non poter dare troppo peso ai video del web, ci sono troppi fattori in gioco. Di sicuro i brani di chitarra che hai postato tu si sentono molto bene! Grazie ancora 🙂
    Chiara

  10. Chiara Reply

    Salve, dopo aver letto la sua ottima recensione, mi stavo apprestando ad acquistare questo microfono, ma cercando su Youtube diversi ragazzi che utilizzano lo stesso mic anche per cantare, noto nelle loro voci un suono aspro, tipo “tz tz”, pur avendo il filtro anti pop. Lei può confermarmi questa cosa? Possiede dei sample anche di voci? O forse è solo necessario qualche altro filtro? O magari non hanno trovato la giusta regolazione (la cosa strana è che ho visto una decina di cantanti diversi, tutti con lo stesso problema). Grazie mille per l’aiuto e scusi le troppe domande xD
    Chiara

    • Daniele Bazzani Reply

      Ciao Chiara, possiamo darci del tu?
      Non ho sample di voci e non ho idea da cosa possa dipendere quello di cui parli, cerca però di non tenere troppo in considerazione cosa senti sul web, ci sono una quantità enorme di fattori che intervengono, i video (e il loro audio) vengono compressi e perdono di qualità allontanandosi dal risultato originale, inoltre non si sa mai cosa è stato usato per registrare e da chi.

  11. Luca Reply

    Grazie mille!!… in pratica ti sostituisce una scheda audio se non la possiedi se ho capito bene.

    Complimenti per la recensione!

    • Daniele Bazzani Reply

      esatto, puoi lavorare senza scheda audio, ce l’ha integrata il microfono.

  12. Luca Reply

    Ciao Daniele; scusami ma non mi intendo di registrazioni; ero interessato ad acquistare un microfono del genere perché non ho stanze da insonorizzare; volevo sapere ma allora un microfono usb qualsiasi non ha bisogno di avere un ambiente insonorizzato intorno per poter registrare??

    grazie
    luca

    • Daniele Bazzani Reply

      Ciao Luca, insonorizzare un ambiente significa ridurre i rumori intorno, è assolutamente indipendente dal microfono che usi, uno molto sensibile prenderà più suono ma anche più rumori intorno, il fatto che sia Usb o meno ti permette di collegarti direttamente al Pc, non di cambiare l’ambiente in cui ti trovi.

  13. Daniele Bazzani Reply

    ciao lorenzo, non puoi trasportare il pezzo dal mic al pc, usi il mic come mezzo per registrare sul pc, quindi un programma tipo Audacity va benissimo.

  14. lorenzo Reply

    scusa amcora la domanda, Daniele. volevo sapere come si fa a “trasportare” il pezzo registrato dal microfono al computer. scusa la stupidità della domanda, ma sono prorpio agli inizi( per dirti, registravo con il microfono da karaoke…)
    volevo sapere se c’era qualche programma che mi potevi consigliare. i miei amici mi sconsigliano audacity, ma nemmeno loro usavano dei “veri” microfoni. grazie.

  15. Daniele Bazzani Reply

    Ciao Lorenzo, grazie di aver letto.
    Non ho idea di quali siano le caratteristiche di un microfono adatto a registrare le voci hip-hop, mi dispiace, quindi non vorrei inventare una risposta che non ho. Quello che ti posso dire è che il g-track mi sembra ottimo per quello che costa e quello che offre, quindi potrebbe essere una buona scelta anche per te.

  16. lorenzo Reply

    ciao daniele. ma il g-track è adatto anche alla registrazione di pezzi rap o hip hop? visto che sono agli inizi, non punto alla perfezione, ma vista la recensione e l’ottimo prezzo pensavo di aqiustarlo. se invece non è adatto posso sempre pensare ad altri prodotti. grazie mille, mi sei di grande aiuto!

  17. Daniele Bazzani Reply

    Ciao Elena, come ho scritto nell’articolo non ho modificato in nessun modo i files, migliorandoli o altro, se ci fosse stato fruscio lo avresti sentito chiaramente.
    Prova a regolare bene il volume dal pannello di controllo del Pc, a volte bisogna fare un po’ di prove, abbassalo fino a che non scompare il fruscio, in test di questo genere ho a volte avuto problemi simili, ma se fai qualche tentativo di solito si sistemano.
    Se registri tramite il microfono non puoi registrare stereo, credo tu lo possa fare dall’ingresso Line, con uno strumento tipo tastiera che all’occorrenza ha due canali.
    Spero riuscirai a sistemare i problemi.

  18. Elena Reply

    Daniele, seguendo la tua recensione e ascoltando le tracce che hai registrato mi sono decisa a comprare il G Track invece che Blue Yeti. Però, adesso provandolo, trovo che abbia un notevole rumore di fondo, statico (sul mio PC). Nelle tue tracce questo rumore non si sente. Tu non hai riscontrato questo problema? In più registra strumenti e voce in mono.

  19. Daniele Bazzani Reply

    Ciao, mi hanno girato questi contatti:

    info@casalebauer.com
    hitech@casalebauer.com

    oppure telefonare allo 051 – 766 648, dal lunedì al venerdì, dalle 16.00 alle 18.00 e chiedere del supporto tecnico Samson.

  20. Daniele Bazzani Reply

    guarda, in fondo all’articolo c’è il link al distributore italiano, chiedi a loro.

  21. gtrackTor Reply

    ma non ho trovato un sito italiano samson… mi puoi dare il link?

  22. Daniele Bazzani Reply

    veramente no, guarda sul sito, ci dovrebbero essere i contatti.

  23. gtrackTor Reply

    ok grazie, ma hai il tel. del centro assistenza italia?

  24. gtrackTor Reply

    salve, comprato ma non riesco a registrare due tracce contemporaneamente voce + strumento, come fare? uso garageband…

    • Daniele Bazzani Reply

      Salve, io l’ho testato con un PC e una sola traccia alla volta, ma se alla Samson danno l’opzione della doppia registrazione ci deve essere qualcosa che la attiva, come il piccolo switch laterale, leggi bene le istruzioni.
      Non so se con Garageband ci sia qualche opzione anche lì, non sono utente Mac, mi dispiace!

  25. domenick Reply

    Tnx!!

  26. Daniele Bazzani Reply

    Ciao Domenico, e grazie di aver letto.
    Io uso PC, quindi non so darti una risposta, in genere però il consiglio dei produttori su questo tipo di apparecchi è di non usare Hub e porte aggiuntive.
    Rispetto al microfono sE USB testato qualche tempo fa devo dire che la vera differenza la fa la connessione bilanciata che quello ha e questo no, sulla connessione USB non ho notato grandi variazioni di risposta, sono entrambi ottimi, considerato ciò che propongono e a che prezzo.
    Se hai altre domande sono qui.

  27. domenick Reply

    Rispetto al microfono USB sE Electronics 2200A recensito tempo fa il suono è piu’ “clean”?

  28. domenick Reply

    Bella macchina! Ti risulta un guadagno diverso connettendolo su porte USB diverse del Mac? Connnettendolo con un Hub ci sono problemi?

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.