Microfono a condensatore Audio Technica AE5100 Artist Elite

Hi everybody, here we are ready ‘to tell’ you about another microphone, one of those the average user is always interested in if he’s willing to get into home recording, without spending too much and without giving up on overall quality. The condenser microphone AE5100 by Audio Technica is a product available since a while and has been reviewed in many positive ways.


The retail price of AE5100 in Italy is 290 euros (+VAT). After a fast web research we found a used one for 140 euros, a new one for 223 euros and several other from online stores with prices that go from 270 and 350 euros.
This brand produces many different models and the one we test here is a large diaphragm condenser microphone, in spite of shape and dimensions, useful for many different kinds of use and perfect for those willing to try and record their acoustic guitar and vocals in their own house.
Let’s see the basic features. We must say that it’s very well built, with a good look and apparently sturdy (it weighs about 150 grams): it’s just an impression, but it’s to be said. It just has two little switches, that allow us to cut the 80 Hz to eliminate the ultra low frequencies in case of need, and to reduce the input gain of –10 dB. Like all condenser microphones it needs 48 V phantom power to work. Not much else to say, let’s try to describe how it sounds.


The Test

The test was made using a Presonus Firebox audio card (Firewire) and a version of Cubase SE as a DAW. The microphone was tested with three different guitars: a handmade Bruno Tozzi nylon-string built in 1982, a Larrivée OM-10 made in the ‘90s and a Martin D-28 of the same period. All these instruments were used before to make tests similar to this one on this blog, so you might consider to compare the audio files considering that guitars and guitarist are the same as the sound card.
As usual what you hear are not MP3 files but WAV not compressed, to avoid loss of quality in the overall sound, and there’s no EQ or reverb, so each file can sound even better if you work on it.
We positioned the AE5100 in a similar way for all the guitars, about 15 cm from the instrument between the soundhole and the 12th fret.

The Audio Files

      Nylon-string Bruno Tozzi

      Larrivée OM-10

      Martin D-28

The microphone sounds really good: very well balanced on all the frequencies, it’s warm and bright at the same time, as we noticed listening back to the recorded files.
Where the nylon-string sound of the Tozzi is mellow and rounded, so the Larrivée is well represented in its brightness and presence, with the nuances well evident. The Martin instead, played with a pick to get the best out of it, shows a ‘big voice’ which is never intrusive, exactly what many of us learnt to appreciate and love in many years of listening.
We must say that, in its price range (and for its price range), the AE5100 offers a high level performance, giving a hard time to brands and models of all kinds, including some of a higher price. At this point we would like to hear it with a studio preamp to see if there’s room for improvement, even if our audio card sounds well and there is nothing lacking, considering we’re in the field of home recording.

Conclusions

It is from this consideration we start to get to the point: the Audio Technica AE5100 is a microphone that would fit in many recording studios, but we deal with home recording, looking for good solutions at reasonable prices to record our six strings adequately.
In this model we have definitely found a faithful companion of venture. If you find a used one, it could be an almost ridiculous price for this level of quality; but, also if new, the price is extremely affordable for many. We must not forget that this is a good quality product, so we can and we ‘have to’ spend a few hundreds of euros: with a hand on the wallet and one on the heart we’ll know what to buy to fix the ideas that will come to our mind.
Excellent for acoustic guitar and voice, may well have several other applications that make it quite versatile, even if we are interested in its behavior in front of the hole of a guitar, behavior that you can hear in the audio examples inside the article.

Hoping we’ve done something useful, we give you an appointment at the next test. Good recordings to everyone!

(text and photos by Daniele Bazzani)

www.audio-technica.com
Salve a tutti, eccoci pronti a ‘raccontarvi’ un altro microfono, di quelli che tanto interessano l’utente medio che si voglia approcciare al grande mondo dell’home recording, senza spendere cifre esorbitanti e allo stesso tempo non rinunciando alla qualità. Il microfono a condensatore Audio Technica AE5100 Artist Elite è un prodotto in commercio da qualche tempo, di cui si è detto e si continua a dire un gran bene.

Il prezzo di listino dell’AE5100 è di 290 euro (+ IVA). Da una veloce ricerca sul web ne abbiamo trovato uno usato a 140 euro, uno da un negozio online a 223 euro, mentre diversi altri shop lo propongono a prezzi che variano fra i 270 e i 350 euro.
Il marchio in questione produce molti diversi modelli e quello da noi testato è un microfono a condensatore a diaframma largo, nonostante le dimensioni e la forma, adatto a molte tipologie di utilizzo e perfetto per chi volesse cimentarsi con la registrazione di chitarra acustica e voce in casa propria.
Andiamo a vederne le caratteristiche salienti. Va detto che il microfono si presenta bene: bel look e davvero robusto in quanto a costruzione (pesa circa 150 grammi); è solo un’impressione, ma va sottolineata. Essenziali i due switch, che ci permettono di tagliare gli 80 Hz per eliminare le bassissime frequenze in caso ne avessimo bisogno, e di ridurre di –10 dB il segnale in ingresso. Come tutti i microfoni a condensatore ha ovviamente bisogno dell’alimentazione a 48 volt, la cosiddetta phantom, per funzionare. Non c’è molto altro da dire, andiamo quindi a cercare di descrivere come suona.

Il test

Per la prova abbiamo utilizzato una scheda audio Presonus Firebox (Firewire) e una versione di Cubase SE come software di registrazione. Il microfono è stato testato con tre diversi strumenti: una chitarra classica Bruno Tozzi del 1982, una Larrivée OM-10 degli anni ’90 e una Martin D-28 dello stesso periodo. Tutta questa strumentazione è già stata usata in precedenza in occasione di altri test simili. Potrebbe essere quindi interessante comparare i vari file audio, considerando che le chitarre e il chitarrista, oltre alla scheda audio, sono le stesse.
Come al solito quelli che ascoltate non sono mp3 ma dei brevi file wav, per non compromettere la qualità del timbro con compressioni e passaggi inutili, e come al solito non c’è alcun riverbero né tipo di intervento in fase di equalizzazione: quindi ognuno di questi esempi può suonare meglio di così, se ritoccato.
La posizione è simile per ognuna delle chitarre: abbiamo posizionato l’AE5100 fra la buca e il XII tasto a circa 15 cm di distanza.

I file audio

      Classica corde in nylon Bruno Tozzi

      Larrivée OM-10

      Martin D-28

Il microfono si presenta davvero bene: molto bilanciato su tutte le frequenze, risulta caldo e brillante al tempo stesso, come evidenziato dal riascolto dei file.
Dove il timbro delle corde in nylon della Tozzi appare morbido e rotondo, così la Larrivée viene rappresentata nella sua brillantezza e presenza, con le sfumature sempre evidenti. La Martin invece, suonata con il plettro per farla rendere al meglio delle sue possibilità, tira fuori una ‘voce grossa’ ma mai invadente, esattamente quella che tanti di noi hanno imparato ad apprezzare e amare in tanti anni di ascolto.
Questo per dire che, nella sua fascia di prezzo (e per la sua fascia di prezzo), l’AE5100 offre performance di tutto rispetto, dando filo da torcere a marchi e modelli di ogni tipo, anche di prezzo decisamente superiore. A questo punto ci piacerebbe sentirlo con un preamplificatore da studio per capire quanto margine di miglioramento ci sia, anche se la nostra scheda va alla grande e non ci fa mancare nulla, considerando che si parla di home recording.

Conclusioni

Proprio da questa considerazione partiamo per arrivare al dunque: l’Audio Technica AE5100 è un microfono che potrebbe trovare posto in molti studi di registrazione, ma noi ci occupiamo di home recording, cercando quindi buone soluzioni a cifre ragionevoli per registrare le nostre sei corde in maniera adeguata.
In questo modello abbiamo trovato sicuramente un fido compagno di ventura. Se usato, si può prendere a cifre quasi ridicole per questo livello di qualità; ma anche sul nuovo il prezzo è davvero alla portata di molti. Non dobbiamo dimenticare che si tratta di materiale di ottimo livello e, quindi, qualche centinaio di euro si possono e si devono spendere: una mano sul portafogli e una sul cuore potranno dirci in che direzione andare per fissare le idee che ci vengono in mente.
Ottimo per la chitarra acustica e la voce, può sicuramente avere diverse altre applicazioni che lo rendono piuttosto versatile, anche se a noi interessa il suo comportamento davanti alla buca di una chitarra, comportamento che potete ascoltare nei bravi esempi audio all’interno dell’articolo.

Sperando di aver fatto qualcosa di utile, vi diamo appuntamento alla prossima prova. Buone registrazioni a tutti!

(testo e foto di Daniele Bazzani)

Il marchio Audio Technica è distribuito in Italia da:
Prase Engineering, via Nobel 10, 30020, Noventa di Piave (VE), ITALY, tel. +39 0421 571411, www.prase.it.

...sull'Autore
  1. alex Reply

    grande daniele come sempre, spero di trovarti a sarzana! ho comprato il mic in questione e devo dirti che mi piace molto. entro in un mixer e poi nella scheda audio edirol ua5 (ho questa al momento). hai qlc consiglio in merito? grazie e ciaoooo

  2. Daniele Bazzani Reply

    ben contento!

  3. Stefano Damonte Reply

    Ciao Daniele

    ho acquistato l’ AE 5100 e devo dire che è
    veramente ottimo sia x la chitarra da sola che x
    chitarra e voce.

    Buon consiglio x gli acquisti

  4. pacotom Reply

    Bellissimo articolo, chiarissimo ed efficace! 🙂

  5. maxvalli Reply

    Ottima e interessante presentazione.
    grazie.

  6. Daniele Bazzani Reply

    Faresti bene, è un gran bel prodotto, e considera che per registrare i file non sono stato a perdere troppo tempo in studio, quindi tutto può suonare anche meglio.

  7. rylan131 Reply

    Interessante Daniele… quasi quasi me lo prendo.

  8. wayx Reply

    Assolutamente di tutto rispetto… direi esaltante nella ripresa della D28… da tenere senz’altro in considerazione

  9. terra acustica Reply

    Mi sembra bene.

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.