Madame Guitar – Festival internazionale di chitarra acustica

XII edizione – Tricesimo (UD) – 25-26-27 settembre 2017
Sono lontani i tempi in cui questo festival si presentava per la prima volta, impacciato e limitato, sulla scena tricesimana, friulana e italiana. Ma dopo undici edizioni – e tre sindaci! – l’entusiasmo iniziale c’è ancora tutto. La numero 12 si terrà, come sempre, nel quarto weekend di settembre – quest’anno 22, 23 e 24 – e ancora una volta ci sarà una ricca gamma di solisti e formazioni per interessare appassionati, curiosi e casuali spettatori che passeranno per Tricesimo (10 km a nord di Udine e 3 km dal casello Udine Nord) in quei giorni. Musica da ascoltare, da vedere, da leggere, con nessun set in contemporanea con un altro nonostante le ventiquattro proposte d’ascolto nel weekend, più tre destinate agli studenti. E senza contare i concerti di avvicinamento “Aspettando Madame G.” appena svolti – quest’anno anche in Austria e Slovenia – per promuovere il festival in aree a distanza ‘raggiungibile’ da Tricesimo. A organizzarlo sempre il Folk Club Buttrio, che dal 1990 porta in Friuli la musica del mondo in un continuo susseguirsi di rassegne, di cui questa è la più impegnativa e si avvale del supporto del Comune di Tricesimo e della Regione Friuli Venezia Giulia.

Dopo i tre concerti di anteprima a giugno con Andrea Valeri, l’austriaco Gottfried Gfrerer e gli sloveni Aritmija (tutti sul palco in tutti i concerti), il festival parte venerdì 22 settembre con due appuntamenti con le scuole: al mattino la band di Francesco Piu suonerà a Udine per gli studenti delle superiori, e nel pomeriggio Reno Brandoni incontrerà gli studenti di una scuola media udinese. Concerto pubblico serale al Teatro Garzoni di Tricesimo aperto dalla giovane e brava Camilla Conti, seguita dal sempre più interessante Dario Fornara e dal duo argentino Horacio Burgos & Carlos Buschini con le danze della tradizione popolare argentina. Chiuderà la serata il duo inglese Phillip Henry & Hannah Martin, formidabili interpreti della tradizione anglosassone, virtuosi pluristrumentisti e vincitori dei BBC Folk Awards.

Francesco-Piu

Francesco Piu

Sabato mattina Reno Brandoni sarà alla Scuola media di Tricesimo, mentre in piazza Garibaldi alle 11 aprirà il quartetto friulano Blue Cash con un country rock acustico che guarda a Johnny Cash e – dopo di loro e per sua richiesta – ci sarà il fantastico cantautore e chitarrista sudafricano Nibs van Der Spuy, giunto apposta a Tricesimo per ritrovarsi con il duo inglese Henry & Martin, presenti nel suo ultimo disco.

Per il pomeriggio in piazza ci saranno il fingerstylist pordenonese Enrico Maria Milanesi, l’americano Eric Lugosch, grande interprete e anch’egli a Tricesimo su sua richiesta per ritrovare l’accoglienza di qualche anno fa, il senegalese Malamine Dramé, immigrato e virtuoso di kora, e chiuderà il quartetto di Claudio Sanfilippo (con Massimo e Icaro Gatti e Val Bonetti) per presentare il CD in lombardo Ilzendelswing.

Seratona sabato 23 al Garzoni, aperta da Paolo Angeli con la sua chitarra sarda preparata, cui seguirà il terzo ospite ‘di ritorno’, l’iraniano-canadese Maneli Jamal dopo il trionfo dell’anno scorso. Sarà poi la volta della star più giovane, il dodicenne croato Frano Zipkovich, famosisimo dopo i duetti con Tommy Emmanuel. Gran finale con il tanto atteso – finalmente disponibile nel periodo del festival – Peppino D’Agostino.

Frano-Zipkovic

Frano Zipkovic

Domenica mattina in piazza il cantautore friulano Lino Straulino presenterà il suo primo CD di sola chitarra, seguito dal focoso e divertente set dei sempre più bravi Musica da Ripostiglio.
Dopo il pranzo del pubblico con gli artisti, ancora in piazza con il blues di Emanuele Garolfi e il virtuoso fingerstyle del triestino Emanuele Grafitti, per proseguire con l’interessante duo basco-argentino del chitarrista Balen López De Munain e della violista da gamba Luciana Elizondo. Chiuderà i concerti in piazza la chitarra battente di Francesco Loccisano.

Peppino-D'Agostino

Peppino D’Agostino

Alle 19.15 partirà il concerto finale con la presentazione del nuovo CD di Gabriele Posenato, cui seguirà il torrido funk-blues della resofonica di Francesco Piu accompagnato alla batteria da Mauro Cau. Dopo un brindisi con il pubblico, si riprenderà con l’elegante canzone d’autore di Vlado Kreslin, massimo cantautore sloveno e già collaboratore di Allan Taylor, Antonella Ruggiero, Beppe Gambetta e Lucilla Galeazzi, per chiudere con il superquintetto jazz di Armando Corsi, che presenterà il CD strumentale su Luigi Tenco a cinquant’anni dalla scomparsa (prodotto per il Folk Club dalla casa discografica udinese Nota e registrato dal vivo dal ‘mago’ friulano Stefano Amerio). Sorpresa per il canto finale della canzone titolo del festival, che chiude ogni edizione sin dal 2006.

Come sempre anche mostre (liuteria di pregio e dischi da collezione), seminari (di Maneli Jamal e Francesco Piu), presentazione di novità discografiche ed editoriali.

Marco Miconi
(direttore artistico di Madame Guitar)
Info: tel. 348 8138003, info@folkclubbuttrio.it
www.facebook.com/MadameGuitarFestival.

...sull'Autore

Redazione

Related Posts

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.