Goran KuzminacFiatoNemaProblema/Egea Music

Kuzminac_Fiato_cover

Il fiato è legato alla vitalità e alla resistenza. Goran Kuzminac è uno di quegli artisti che ha sia l’una che l’altra. Lo ha dimostrato in passato e oggi, che continua con coerenza e onestà a pubblicare dischi solo quando ha qualcosa da dire, presenta un nuovo CD, intitolato appunto Fiato, che esce a cinque anni di distanza dal precedente progetto di inediti, Dio suona la chitarra.
Serbo di nascita e italiano di adozione, Kuzminac è un cantautore che non ha mai abbandonato la propria integrità artistica e umana. Una storia musicale, la sua, che comincia alla metà degli anni ’70, passa per alcune hit come “Stasera l’aria è fresca”, “Ehi ci stai!” e arriva ad oggi con quell’idea di sana libertà artistica che gli ha permesso di essere sempre se stesso e lo ha portato a dover operare tante rinunce, a cominciare dal successo popolare arrivato per altri suoi compagni di viaggio come Venditti, De Gregori, Dalla, Ron e Ivan Graziani.
Ma a tutt’oggi viene riconosciuto come un caposcuola nell’ambito della chitarra fingerpicking, tra i migliori cantautori-chitarristi che abbiamo in Italia. Il suo splendido tocco folk e blues, la sua grande tecnica, il gusto, la raffinata scrittura di parti chitarristiche (sue tutte le chitarre acustiche, il dobro, la slide oltre all’armonica a bocca) e degli arrangiamenti in generale, rendono Fiato un disco di chitarra acustica di ottima fattura che, per inciso, è anche un bel disco cantautorale.
Le tredici tracce dell’album raccontano di storie minimaliste, ma di grande intensità, senza tempo e unite dalla voce di Goran, che tramite il proprio respiro dà ‘fiato’ a silenzi che accolgono un ascolto attento, partecipato. Nei testi ricorre spesso il tema dell’amore carnale e appassionato, come in “Carmen dal passo lungo”, “Cerco una donna”, “Ogni volta che mi tocchi”; piccoli affreschi di vita come “Il respiro degli amanti” e “Quello che ti do”; echi di armonica e di rock in “Cose che uccidono” e “Corro come nuvola”.
Coerenza, vitalità, resistenza… ‘fiato’ lungo!

Gabriele Longo

PUBBLICATO
Chitarra Acustica, 7/2013, pp. 17-18

...sull'Autore

Related Posts

  1. Lucrezia Zito Reply

    Bravo!

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.