Effetto per chitarra JHS Pedals Pulp ’N’ Peel Compressor

Nella continua ricerca del compressore ideale per chitarra acustica, mi sono imbattuto nel Pulp ’N’ Peel della JHS Pedals, un marchio americano che arriva dal Missouri e che si sta affermando grazie alla qualità dei propri prodotti boutique. I signori della JHS Pedals, oltre ad un look davvero originale, propongono soluzioni tecniche che rendono i propri pedali davvero desiderabili, come nel caso di questo compressore che, pur rifacendosi a schemi collaudati, sembra superare, per qualità timbrica e funzionalità, la maggior parte dei concorrenti. Vediamo il perché!

jhs-3-c-light
Il Pulp ’N’ Peel è arancione pastello, una bella livrea dello stesso colore dell’aranciata di una volta, che non passa di certo inosservata. Il design scarno e minimalista è di quelli che non permette indecisioni o compromessi di sorta: piace o non piace. La grafica prevede proprio al centro dello scatolotto il disegno di uno spicchio d’arancia di colore nero, lo stesso colore delle iniziali che identificano le funzioni delle tre manopole color panna che abbiamo a disposizione per i nostri ‘smanettamenti’. È presente un robusto pulsante per l’inserimento dell’effetto, affiancato da un led verde discretamente luminoso che ci avvisa quando il pedale è in funzione. La classica presa, con polo negativo al centro, per l’alimentazione esterna è posta sulla parte frontale del contenitore (il pedale non è alimentabile in altro modo e non è presente internamente nessuna batteria!). Nella confezione ho trovato il manualetto di istruzioni, un biglietto da visita JHS Pedals, un adesivo, quattro piccoli piedini adesivi di gomma trasparenti da montare a piacimento sotto il pedale, per evitare che scivoli via come unapattina’ qualora si decidesse di non fissarlo in modo più definitivo nella nostra pedaliera con del velcro. Prima di collegarlo alla chitarra acustica, è bene ricordare che un effetto di questo tipo può risultare perfettamente inutile, specialmente se stiamo suonando a bassissimo volume, magari da soli. La situazione cambia a volumi maggiori e, soprattutto, se stiamo suonando in una band rumorosa, magari attraverso un impianto che ci restituisce un suono debole e poco definito. Con la chitarra acustica diventa inoltre fondamentale utilizzare un circuito che permetta un’assoluta ‘trasparenza’ timbrica, attraverso il quale sia possibile intervenire sulla dinamica dello strumento in modo discreto, preservandone il più possibile il timbro naturale. Qui la selezione si fa davvero spietata e, parere personale, i dispositivi papabili allo scopo si riducono a pochissimi modelli presenti sul mercato. Il Pulp ’N’ Peel JHS è uno di questi! Il pedale presenta tra l’altro al suo interno (il coperchio inferiore si smonta facilmente svitando 4 viti in acciaio) un microinterruttore che inserisce/disinserisce un circuito di buffer, atto a prevenire perdite di segnale quando si utilizzano cavi particolarmente lunghi. I controlli come detto sono tre: un controllo V per controllare il volume generale (il Pulp ’N’ Peel può essere utilizzato efficacemente anche come booster ed è in grado di ‘pompare’ notevolmente il segnale in ingresso); il controllo C per impostare la quantità di compressione applicata al segnale; e un intelligente controllo B (blend) che regola il rapporto tra segnale effettato e segnale dry, assolutamente efficace e utilissimo per intervenire, proprio come auspicabile, in modo discreto sulla dinamica del nostro strumento: in questo modo una parte del segnale non subirà nessuna compressione e ci verrà restituita in modo assolutamente fedele.
Posizionati i controlli a ‘ore 12’ e inserito l’effetto tra chitarra e amplificatore, otteniamo subito un suono più presente, trasparente, ma con una piacevole maggiore ‘ciccia’ sotto le dita, qualcosa di molto ‘musicale’ che ci può aiutare ad avere un maggiore controllo sia sul tocco che sulla dinamica. L’effetto di compressione può essere spinto fino a livelli assolutamente innaturali, ma sempre rispettando la timbrica della chitarra, qualunque essa sia, evitando di introdurre quella fastidiosa mediosità timbrica tipica di altri prodotti. Con l’elettrica (prove effettuate con una Fender Stratocaster Malmsteen e una Gibson ES 175D), collegato ad amplificatori di vario tipo e inserito in diverse catene effetti, ha confermato la validità del progetto, rivelando la sua trasparenza, silenziosità, grande versatilità di utilizzo sia come compressore che come booster (ricordo inoltre il buffer interno!) e confermando le ampie possibilità di intervento sul suono originale.
Conclusione: uno tra i migliori provati, anche se la ricerca continua.

Dario Fornara
www.dariofornara.it
dariofornara1@alice.it

Scheda tecnica

Tipo: Pedale effetto compressore
Modello: JHS Pedals Pulp ’N’ Peel
Origine:USA
Distributore: 440hz di Luciano Andrea S.n.c., Varese, www.440hz.it
Prezzo: € 209 (street price IVA compresa)

PUBBLICATO
Chitarra Acustica, 02/2014, pp. 44-45

...sull'Autore