...sull'Autore

Related Posts

  1. Fulvio Montauti Reply

    Eccezionale connubio tra chitarra ed effetti. Bellissimo, sono senza parole. Complimenti !!!
    Fulvio

  2. Riccardo Zappa Reply

    La chitarra è accordata un tono sotto, e la sesta coppia di corde produce un DO, essendo quest’ultima accordata un ulteriore tono sotto. 😉

  3. Zio Mich Reply

    scusa, non sono stato preciso… intendevo le due corde più basse (cioè il MI basso e la sua corrispondente) 🙂

  4. Zio Mich Reply

    proprio un bel pezzo… molto “chill out”…
    la sesta corda che nota fa vuota?

  5. RosinRic Reply

    Non ho mai sentito niente di simile. Fantastica.

  6. rino2 Reply

    Prossimo lavoro???!!!!!!!! Quando… come … perche’… dove…..

    Notizie… notizie!!!

    Rino

  7. Riccardo Zappa Reply

    Grazie. L’Ovation classica avrà una parte fondamentale nel prossimo lavoro, mentre il riverbero è un vecchio Alesis Quadraverb che tuttavia è diventato una componente determinante del mio suono.
    Ciao!

  8. rino2 Reply

    … dimenticavo… in questo pezzo che echo/riverbero usi????

    Rino

  9. rino2 Reply

    … ed io che altro posso aggiungere..!!!

    Ti seguo da sempre (ho tutti i tuoi rarissimi LP ed ora tutta la raccolta in CD) e devo dire che non stanchi mai… termine sbagliato lo ammetto…. il tuo gusto, insieme alla tua tecnica e alla conoscenza dell’effetto acustico fanno dei tuoi pezzi dei piccoli gioielli che vanno ascoltati e poi ascoltati ancora…

    peccato (per me) che Trento sia praticamente tagliata fuori dai tuoi circuiti.

    Ciao e spero di risentirti presto tramite il DVD-libro (se non sbaglio) che hai in programma. Facci sapere….

    Rino

    PS. Martin prima e Eko adesso sono strumenti bellissimi ma io ti preferisco con la Ovation, la stessa classica stereo che uso io!!!!

  10. terra acustica Reply

    bellissimo pezzo. I miei più sentiti complimenti.
    Uno dei casi in cui 7 8 minuti per sola chitarra acustica tengono deste le emozioni e si stupiscono ancora…

  11. Riccardo Zappa Reply

    Grazie!
    Il primo concerto di chitarra acustica veramente emozionante al quale ho assistito è stato quello che John Martyn tenne qui a Milano poco prima che cominciasse la mia vicenda musicale. Dovessi citare un riferimento, dovrei privilegiare giusto lui.

  12. giovanni Reply

    Magnifico, Riccardo!
    È possibile che sia il mio orecchio cattivo che mi fa sentire una lontana influenza marviniana nel suono della melodia? Certi vibrati…

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.