Composizione e adattamento per chitarra: consigli per la lettura

Durante le vacanze estive si ha più tempo da dedicare alla lettura, almeno si spera…

Vorrei consigliare, a chi desidera introdursi nel mondo della creatività per chitarra acustica, alcuni libri che, a mio parere, aiutano ad aver fiducia nelle proprie capacità creative, come direbbe Gianni Rodari, non per essere artisti a tutti i costi ma per il puro piacere di inventare. I titoli consigliati non sono trattati di composizione, a dirla tutta alcuni non sfiorano neanche l’argomento musica, ma sono stati per me dei libri di conferma e di stimolo insieme, molto utili per l’approccio pratico al ‘mostro’  creatività. Infatti sono anche citati nel mio recente libro Creative Fingerstyle Guitar (ed. Carisch, 2009). Mi auguro possano essere utili anche ai cari amici lettori del blog.

– Gianni Rodari, La grammatica della fantasia. Introduzione all’arte di inventare storie, Einaudi, 1974.
– Paul Zollo, Songwriters. Interviste sull’arte di scrivere canzoni, minimum fax, 2005 (ed. or.: Songwriters on Songwriting, 2005).
– Ray Bradbury, Lo zen nell’arte della scrittura. Libera il genio creativo che è in te, DeriveApprodi, 2000 (ed. or.: Zen in the Art of Writing. Releasing the Creative Genius Within You, Bantam, 1992).
– Don DeLillo, Contrappunto. Tre film, un libro e una vecchia fotografia, Einaudi, 2008 (ed. or. “Counterpoint. Three Movies, a Book, and an Old Photograph”, in Grand Street, n. 73, 2004, pp. 36-53).

Cito, dall’ultimo libro dell’elenco, quello che è il messaggio che accompagna una registrazione di Glenn Gould che suona un breve preludio di Bach e che si trova a bordo delle due sonde spaziali Voyager 1 e 2 insieme ad altri manufatti terrestri:

«Siamo esseri intelligenti, esperti in matematica e capaci di organizzare nel tempo sequenze coerenti di suoni al fine di produrre una composizione denominata musica, una forma d’arte che per verità, eccellenza, originalità e altre qualità indefinibili produce, nella mente e nei sensi di chi la ascolta, un piacere trascendentale chiamato bellezza.»

Buone vacanze!

...sull'Autore

Related Posts

  1. Fulvio Reply

    Ho acquistato sulla fiducia “Contrappunto”. Arrivato ieri sera. Stasera me lo leggo con tutta calma.
    Rileggendo l’articolo mi accorgo adesso di aver dimenticato di ordinare “lo zen nell’arte della scrittura”. Da appassionato Zen ne ho ordinato un’altro ed ho dimenticato questo. Sarà per la prossima volta. Nel frattempo grazie per le dritte.

  2. Andrea Carpi Reply

    Su consiglio di Davide… ho già letto Songwriters, che in effetti è proprio interessante: ci sono lunghe interviste sul songwriting a Joan Baez, Jackson Browne, David Crosby, Bob Dylan, Merle Haggard, Carole King, Graham Nash, Randy Newman, Lou Reed, Pete Seeger, Paul Simon, Brian Wilson, Neil Young… beh, mica male! Peccato soltanto che l’intervista a Dylan non sia di facile lettura, forse la traduzione non ha reso giustizia alla sua parlata sempre ‘immaginifica’…

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.