Chitarra elettroacustica thinline Liutart Florence

(di Dario Fornara) – Liutart è un marchio italiano che si è affermato nel mondo della musica producendo chitarre e bassi elettrici di alta qualità, rivolti fondamentalmente a musicisti professionisti e semiprofessionisti alla ricerca di strumenti di livello. Per citare alcuni dei grandi nomi della musica italiana, gli strumenti Liutart hanno suonato sul palco di artisti come Vasco Rossi, Eros Ramazzotti, Mina, Celentano, Gianni Morandi, Enrico Ruggeri e tanti altri. Il marchio nasce dalla grande passione del titolare Roberto Bertoni per la chitarra, passione coltivata fin da bambino e che nel 1990 lo spinge a dedicarsi professionalmente alla costruzione di questi strumenti. Oltre a produrre pezzi unici, con caratteristiche totalmente personalizzate, la gamma di chitarre e bassi Liutart copre una vasta gamma di generi musicali, adattandosi alle esigenze dei più svariati musicisti. Nel laboratorio si effettuano anche riparazioni e modifiche di qualsiasi tipo, un servizio prestato anche ad alcuni dei più noti negozi di strumenti musicali del Nord Italia. Fatta questa dovuta presentazione, passiamo alla prova di questa chitarra Liutart modello Florence.

Liutart Florence

La Florence è una chitarra a corpo pieno con camere tonali, una ‘vera’ elettroacustica pensata per coloro che necessitano di passare agevolmente dalla propria solid body a uno strumento in grado di produrre un suono realmente acustico: il profilo del manico, la larghezza del capotasto, il raggio della tastiera e altri particolari sono infatti pensati per agevolare questo passaggio; e sono d’altra parte elementi assolutamente modificabili a richiesta del cliente, che può ‘clonare’ il proprio assetto preferito e rendere di fatto questo strumento un abito cucito su misura.

La chitarra appare subito perfetta nelle sue finiture: un lavoro di costruzione e verniciatura ai massimi livelli, nessuna sbavatura e nessuna imprecisione! Il disegno del corpo è originale, a singola spalla mancante; originale anche la paletta, davvero molto elegante, che a mio parere risulta essere una delle più belle alternative al concept Fender dilagante. La tavola è realizzata in acero massello fiammato, bellissimo, mentre il corpo è realizzato in mogano: la tavola presenta una verniciatura high gloss lucida, il corpo ha una finitura più leggera e satinata; quest’ultimo contiene delle camere tonali, che permettono di restituire al timbro un po’ di calore e una certa dose di naturale tridimensionalità. Il manico è in acero, decisamente sottile; ma – come dicevamo – a richiesta è possibile personalizzare questa caratteristica e richiedere altri tipi di shape più idonei alle proprie abitudini. La tastiera monta tasti medi ed è realizzata in pau ferro. Il capotasto in tusq – 42 mm di larghezza – permette un perfetto scorrimento delle corde, mentre un truss rod originale a doppia azione consente di regolare il relief della tastiera in modo chirurgico e preciso, permettendo di ottenere una action comodissima e ‘corsaiola’. Le meccaniche montate su questa chitarra sono delle ottime Gotoh 510 Mini, che funzionano come al solito in modo morbido e progressivo, e permettono un’accordatura precisissima.

Liutart Florence

Non ho ancora parlato del ponte e dell’attaccacorde, che rappresentano una vera chicca, unendo a un design originale anche una particolare funzionalità che ancora non mi era mai capitata di trovare, neppure su strumenti di concezione simile. L’attaccacorde Liutart Special Design ci dà infatti la possibilità di montare corde sia da chitarra acustica che da classica; in questo caso sarà sufficiente richiedere un secondo capotasto con spaziatura e sedi adeguate, da sostituire all’originale, e richiedere anche lo strumento dotato di meccaniche di tipo autobloccante, con le quali è possibile portare le corde al giusto pitch limitando il numero di avvolgimenti necessari sull’albero della meccanica stessa. Il ponte, anch’esso di progettazione originale, permette la compensazione generale dell’intonazione tramite due scanalature laterali bloccate ognuna da una vitina. La selletta supporta un sistema di amplificazione Fishman Matrix Infinity, che è dotato di un paio di potenziometri per il controllo di volume e tono; in realtà il controllo di tono è un equalizzatore, grazie al quale è possibile operare un taglio alle frequenze medie operando contemporaneamente un boost sulle basse e alte frequenze.

Liutart Florence

Alla prova pratica la chitarra è comodissima e bilanciata. Il suono acustico permette di suonare e studiare in assoluta tranquillità senza dover necessariamente ricorrere a un sistema di amplificazione. Il suono amplificato è essenziale; i chitarristi acustici abituati a chitarre più tradizionali lo troveranno forse un po’ asettico, e ricorreranno a una discreta dose di riverbero per ritrovare parte del calore e della profondità alla quale sono abituati. Di fatto lo strumento è perfetto per il palco, soprattutto dove è richiesto molto volume e un timbro bello definito, in grado di uscire nel mix di una band, senza incorrere in problemi di feedback o altro. La chitarra è precisa e ‘spietata’, docile nello strumming ma capace di seguirci anche nei virtuosismi più esasperati.

Liutart Florence

A patto di accettare il compromesso che rappresenta, è una chitarra perfetta, versatile e professionale, costruita in modo ineccepibile. Lo strumento è fornito su richiesta di custodia rigida o borsa morbida, non comprese nel prezzo, realizzate su misura.

Dario Fornara
dariofornara1@alice.it
www.dariofornara.it

Scheda tecnica
Liutart mod. Florence
Tipo: chitarra elettroacustica amplificata
Contatti: Liutart – Via Provinciale, 30 – 25020 Milzano (BS) – Tel. 030 9955002
www.liutart.com
Corpo: mogano con camere acustiche scavate internamente
Top: acero figurato
Manico: acero figurato
Tastiera: palissandro boliviano (pau ferro), a richiesta acero figurato, palissandro indiano o ebano
Truss rod: originale a doppia azione
Capotasto: tusq
Ponte: Liutart Special Design in palissandro
Attaccacorde: Liutart Special Design in palissandro, con possibilità di montare corde da classica o acustica
Meccaniche: Gotoh 510 Mini
Pickup: Fishman Matrix Infinity
Controlli: volume, tono
Colori: finitura di qualsiasi tipo e colore
Note: versione mancina su richiesta
Prezzo: € 1990 (IVA inclusa), con custodia rigida o morbida a richiesta non compresa nel prezzo

...sull'Autore

Related Posts

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.