C’era una volta… la chitarra acustica

Brandoni_F.to-Alfonso-GiardinoC’era una volta… così iniziavano le belle favole di una volta, quando i bambini non si addormentavano davanti alla TV ma nel loro letto, ascoltando il racconto della sera letto da uno dei genitori.

Oggi, grazie alla tecnologia, tutto appare più semplice. Basta un videogioco oppure un DVD o – peggio – basta lasciarli col telecomando di Sky in mano, per ritrovarli addormentati senza alcuna fatica.
Forse è arrivato il momento di riflettere e iniziare a operare delle scelte ben precise, tra emozioni e progresso, tra passione e utilitarismo.
La questione non è di poca importanza e coinvolge un po’ tutto il mondo della comunicazione. È facile produrre, consumare, bruciare, vendere e dimenticare, anche se ciò quasi sempre azzera le emozioni, per dar spazio ai numeri. Oltretutto non sempre veritieri, ma – come ormai accade – modellati a misura dall’utilizzatore.
Allora ecco che provare ad andare un po’ controcorrente fa bene allo spirito. Una rivista specializzata, dedicata ad uno strumento in una sua specifica peculiarità, quella acustica, sembra emergere in maniera anacronistica nel mondo della tuttologia. Eppure noi ci crediamo e siamo sicuri che tanti, insieme a noi, inseguiranno questo sogno aspettando ogni mese la propria rivista dedicata. E potranno riceverla online, oppure scaricarla sul proprio computer/iPad/iPhone all’indirizzo www.chitarra-acustica.net. E, anche se tutto questo sembra illogico e fuori mercato, noi lo abbiamo realizzato e su questo stiamo indirizzando tutti i nostri sforzi.
Fingerpicking.net è l’editore di Chitarra Acustica e, come è già successo per il sito, anche il giornale sarà pronto ad accogliere ogni proposta e iniziativa appassionata. È così che questo nuovo progetto editoriale parte come una bella favola del tempo andato.
C’era una volta una spiaggia, gli amici, la musica e una chitarra… E spero che emergano passione, dedizione ed entusiasmo, per far sì che questo primo numero rimanga nella nostra memoria come il primo passo di un lungo cammino.

Buon fingerpicking!

...sull'Autore

Related Posts

  1. Reno Brandoni Reply

    Grazie Ric, ho buoni compagni!

  2. Ric Velluto Reply

    «Nella grande corrente, mettere in salvo ciò che ci è caro. È un gesto difficile perché non significa, mai, metterlo in salvo dalla mutazione, ma, sempre, nella mutazione. Perché ciò che si salverà non sarà mai quel che abbiamo tenuto al riparo dai tempi, ma ciò che abbiamo lasciato mutare, perché ridiventasse se stesso in un tempo nuovo.» A. Baricco

    Questo mi pare ciò che sta facendo fingerpicking.net al mondo della chitarra acustica. consentirgli di mutare perché ridiventi se stesso nell’era digitale. Bravo, Reno, e buon viaggio!

  3. Zio Mich Reply

    mi piace molto l’idea della rivista digitale del sito con i suoi ospiti e gli articoli e le tabs di esercizi… mi piacerebbe riceverla di più in formato cartaceo (usando la riciclata magari), a pagamento ovviamente, magari in abbonamento annuale. Preferisco leggere su carta che a video… e poi se serve “sentire” qualcosa, il portatile è sempre li sul divano… vicino alla chitarra,no? Buon lavoro a tutti!

  4. Andrea Carpi Reply

    Prassi, Teoria, Prassi… Tesi, Antitesi, Sintesi… Cribbio, Reno è la Sintesi, la realizzazione del Socialismo! 🙂

  5. Giovanni Pelosi Reply

    Vedi, Reno, se fossi io a parlare come te, tutto quadrerebbe. ma tu non sei una persona che utilizza la tecnologia obtorto collo, quando ci è costretto.
    La tua è una ammirevole apertura verso entrambi i mondi, il legno e il chip, con competenza e passione.

  6. Reno Brandoni Reply

    Fondamentalmente diciamo la stessa cosa… certo però che per un lungo periodo la nostra “amica” è stata latitante. Forse perché non fa i numeri dell’elettrica?

  7. Lauro Reply

    è la prima volta che mi trovo in disaccordo con te; sarò breve… c’è ancora e ci sarà sempre sino a quando un qualsiasi appassionato, o ragazzino o pensionato, nel silenzio della sua camera o della sua cantina, prenderà in mano un vecchia Eko o una qualsiasi altra
    CHITARRA ACUSTICA sta lì a dimostrarlo… ed è un bel vedere ed è un bel viaggiare.

    Lauro

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.