Basso acustico – ShortBassOne Basic

ShortBassOne-Basic

ShortBassOne Basic è il nuovo basso acustico prodotto da Aquila Corde Armoniche Srl, ditta di Vicenza famosa per la produzione di corde. “Per questo strumento”, spiega Mimmo Peruffo titolare dell’azienda, “abbiamo capovolto i processi di progettazione di uno strumento a corde: avevamo appena scoperto un nuovo modo di realizzare le corde non rivestite, una sfida che avevamo colto dall’incontro con Jim Daddario per il quale produciamo corde per ukulele.” La nuova Red Series ha un base di elastomero un materiale plastico arricchito con polvere di rame. Il risultato è stupefacente, ma per rendere al massimo il potenziale per un basso acustico si è pensato di sviluppare uno strumento con caratteristiche differenti dagli standard oggi in commercio, a partire dal piano armonico: “ho voluto che risuonasse come una pelle di tamburo e ciò non era possibile con i soliti reticoli di catene e rinforzi”. L’obbiettivo è quello di limitare il più possibile l’effetto sordina introdotto da questi elementi garantendo la medesima solidità al prodotto.
“La mia idea iniziale era quella di progettare un basso utile alla didattica: i bassi elettrici sono estremamente difficili da suonare per un bambino, scala troppo estesa e corde rivestite erano già due fattori che compromettevano la diffusione del basso tra i giovani musicisti”. Ecco quindi un primo sviluppo dello ShortBassOne, la versione Basic, con scala ridotta 60 cm, essenziale nell’estetica ed economico per il cliente finale. La fase di test è stata affidata ad alcuni bassisti endorser di Aquila Corde Armoniche: “da subito abbiamo capito che il potenziale di questo strumento andava ben oltre il nostro obiettivo. Il suono era incredibile, anche con una scala così limitata: il suono poteva sostenere oltre 10 ukulele come dimostrato in un video che abbiamo caricato su youtube.” C’è poi quel timbro particolare che ricordava chiaramente il suono del contrabbasso. Si può dire, senza mezzi termini, che questo è un basso realmente acustico, dotato di corde innovative e una scala ridotta perfetta per il trasporto ma che non limita pesantemente l’estensione dello strumento. “Ci piaceva l’idea che finalmente un basso potesse suonare in tutte le occasioni, dalla suonata in spiaggia tra gli amici al mega concerto”. La versione basic è dotata di un sistema di amplificazione passivo con due pastiglie piezo poste al di sotto del piano armonico. Amplificato, lo ShortBassOne sorprende per la naturalezza del suono, riprende senza compromessi il timbro in acustico, ma con una piacevole sorpresa: cambiando la posizioni della mano destra si ottengono suoni e risposte completamente differenti. Se viene suonato a pochi cm dal ponte, il suono è decisamente funky, più preciso e aperto, se al contrario viene suonato all’altezza dell’attaccatura del manico il suono è morbido e pieno e non sorprende che molti lo scambiano per un contrabbasso.
Nel complesso, lo ShortBassOne sta riscuotendo un ottimo successo. Unico neo è il diverso approccio con le normali operazioni di accordatura e installazione delle corde: non essendo infatti corde filate, sono da tenere ben in mente alcune regole. Queste corde, essendo elastiche, possono allungarsi molto quindi bisogna tirare con forza la corda prima di fermarla sul pirolo così da evitare che si avvolga eccessivamente sulla meccanica forzandola eccessivamente. L’altro accorgimento è legato all’accordatura: essendo composta da elastomero, è possibile che in fase di accordatura la corda si incastri nella sede del capotasto rischiando di rompersi. Questi due accorgimenti sono il solo ostacolo che potrete trovare in uno strumento eccezionale e che dimostra tutti i lati positivi già dalla prima nota.

Luca Scalco

PUBBLICATO
Chitarra Acustica, 6/2013, p. 48

...sull'Autore
Redazione

Related Posts

Lascia il tuo commento

*

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.